Il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, con un post su Facebook, ha ufficializzato il passaggio dalla zona arancione alla zona gialla. Ecco le sue parole: "Poco fa ho ricevuto dal ministro Speranza la conferma che da domenica l’Emilia-Romagna tornerà in zona gialla. Decisione che il ministro formalizzerà in una nuova ordinanza che firmerà nelle prossime ore. Ancora oggi e domani saremo quindi in zona arancione e passata la mezzanotte di sabato saremo in zona gialla".

"Le restrizioni di queste tre settimane - aggiunge Bonaccini - hanno dunque pagato, ma dobbiamo continuare a essere responsabili e rispettare le regole perché l’impegno di tutti per frenare la pandemia deve proseguire, per proteggere la salute di ciascuno, a partire dalle persone più fragili, e aiutare le strutture sanitarie e sociosanitarie - medici, infermieri, operatori - che ogni giorno continuano a fare il loro lavoro in maniera encomiabile". 

 Il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà 3 nuove ordinanze sulla base dei dati della Cabina di Regia sul coronavirus che si è tenuta oggi. Con la prima si rinnovano le misure restrittive vigenti relative alle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte. Con la seconda le Regioni Campania, Toscana, Valle D’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano passano da area rossa ad area arancione. Con la terza le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria passano da area arancione ad area gialla. Le ordinanze saranno in vigore dal 6 dicembre. 

Per le regioni che passano da arancioni a gialle la prima novità riguarderà gli spostamenti. Non saranno più vietati se si vuole raggiungere un luogo al di fuori del proprio comune. Anche l'autocertificazione non sarà più necessaria per giustificare gli spostamenti, ad eccezione delle ore di coprifuoco. Questo resterà attivo tra le 22 e le 5. In questa fascia oraria ci si potrà spostare solo per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità. Durante gli spostamenti verso territori collocati in zona gialla è consentito il libero transito nelle aree rosse o arancioni dalle 5 alle 22. Queste novità smetteranno di avere validità dal 21 dicembre al 6 gennaio, come stabilito dal nuovo Dpcm del 3 dicembre (in questo periodo saranno vietati tutti gli spostamenti tra Regioni anche per raggiungere le seconde case, mentre sarà permesso tornare nel proprio luogo di residenza o domicilio).

Sezione: Non solo Sasol / Data: Ven 04 dicembre 2020 alle 18:12
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print