Un punto fa morale, un punto fa classifica: questo uno dei grandi cliché del calcio. Ci sono però punti e punti. Pareggiare all'Allianz Stadium, in casa della Juventus che domina in Italia da 8 anni a questa parte, non è impresa di tutti i giorni. Quest'anno, ad esempio, non ci era riuscito ancora nessuno. La formazione di Sarri è ancora imbattuta ma ha perso 6 punti: 2 con la Fiorentina al Franchi, 2 con il Lecce al Via del Mare e altri 2 contro il Sassuolo all'Allianz Stadium. Una grande impresa quella neroverde che non spazza via le dicerie del web (la mamma del webete però è sempre incinta) ma aiuta il Sassuolo per il prosieguo della stagione.

Il grande protagonista di Juventus-Sassuolo è stato Stefano Turati. Il portiere classe 2001 del Sassuolo è stato l'eroe 'per caso' ma mai nulla accade per caso. L'estremo difensore, titolare del Sassuolo Primavera a partire dalla seconda parte della stagione, ha contribuito in maniera importante alla salvezza dei ragazzi di mister Turrini. Raspadori e Turati, ora nel gruppo della prima squadra, aiutarono in maniera sensibile la formazione neroverde a salvare la categoria. Turati è stato convocato a Vipiteno per il ritiro con la prima squadra e ha continuato a lavorare con mister De Zerbi e il suo staff. Grande merito della sua crescita anche al preparatore dei portiere Farioli che sta facendo un ottimo lavoro con i portieri. Ma il grande protagonista del 2-2 di Juve-Sassuolo per noi è stato un altro.

Un Sassuolo coraggioso, spumeggiante, a tratti irresistibile, in casa della Juventus, non è cosa di tutti i giorni. Merito di Roberto De Zerbi. L'allenatore del Sassuolo, converrà con noi: questo non è il Sassuolo visto nella prima parte della stagione e criticato da stampa (anche da noi) e tifosi. Impossibile muovere delle critiche a questo Sassuolo che ha messo in seria difficoltà la Juventus. 'Addirittura' rimane il rimpianto per non esser tornati da Torino con i 3 punti ma la prestazione dell'Allianz Stadium può essere un viatico importante per il finale di 2019 e per il prosieguo della stagione. Il Sassuolo delle ultime settimane è più squadra, gioca con più coraggio, è più brillante, si diverte di più, è bello da vedere (manca ancora un pizzico di continuità ma siamo sulla buona strada) e lancia ottimi segnali per il futuro. Ora un solo imperativo: continuare così per risollevarsi in classifica!

Sezione: Editoriali / Data: Lun 2 Dicembre 2019 alle 16:37
Autore: Antonio Parrotto / Twitter: @AntonioParr8
Vedi letture
Print