L'ex calciatore Alessio Tacchinardi ha parlato ai microfoni di TMW Radio, durante Maracanà, commentando Juventus-Sassuolo e non solo: "La mia sensazione è che era una partita da vincere e dare continuità ai risultati e alla vittoria con il Milan. La Juve ha recuperato tanti punti in due giornate all'Inter. Nessuno ha continuità in due partite consecutive. Tutte giocano a strappi, ma quello che conta è vincere. La Juve la doveva portare a casa a tutti i costi e l'ha fatto, magari non con una prestazione top".

Ecco le sue parole poi sul Sassuolo e su Locatelli: "Vincere o perdere alla Juve o in un'altra big cambia tanto. Locatelli mi piace tanto ma in una squadra che è adatta per le sue caratteristiche. E' stato esaltato da De Zerbi, ma per l'ultimo step serve altro. Il Sassuolo per esempio è bello ma l'Atalanta è più cattiva, anche con le big. A me piacciono i giocatori che quando incontrano avversari tosti, si esaltano. Il Sassuolo si scioglie quando incontra squadre superiori. Locatelli è pronto per il salto, ma ha un ritmo che deve migliorare. La difesa? Credo che sia coperta almeno fino a fine stagione. Ma in prospettiva serve qualcosa".

LEGGI ANCHE: A lezione dal Maestro. Quello che ci ha insegnato Juve-Sassuolo

Sezione: Non solo Sasol / Data: Mar 12 gennaio 2021 alle 17:57
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print