"A Musa duro": gioco di parole a tutta pagina per il Corriere di Bologna in edicola stamani. Tre punti pesantissimi in chiave Europa per il Bologna in casa dell'Inter. Vittoria 2-1 in rimonta per la formazione di Sinisa. Apre Lukaku, Lautaro si fa parare un penalty, poi Juwara e Barrow la ribaltano. Mihajlovic: "Primo 20' da fare schifo, poi è uscito il carattere". Il cammino del Bologna proseguirà mercoledì alle 21,45 al Dall’Ara contro il Sassuolo. I neroverdi sono reduci dalla vittoria 4-2 ai danni del Lecce, con i salentini capaci di rimontare due volte ma crollati nel quarto d’ora finale sotto i colpi di Boga e Muldur.

Il Sassuolo ha confermato invece la tendenza a subire quasi quanto crea: De Zerbi può contare infatti su un attacco tra i più prolifici del torneo (55 gol realizzati) ma anche su una delle difese più perforate (52 reti subite). Arrivata a quota 40 punti e ancora animata da ambizioni europee, la formazione neroverde mercoledì non potrà contare sullo squalificato Djuricic, ma ritroverà il brasiliano Rogerio. De Zerbi proverà a sfatare il tabù Mihajlovic (due sfide e altrettante sconfitte) puntando sul suo terzetto di attaccanti, già arrivati tutti alla doppia cifra: il miglior marcatore è Caputo a quota 15 seguito da Boga e Berardi a 11. 

Sezione: Rassegna stampa / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 09:39
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print