Continua a far discutere il cartellino rosso mostrato dall'arbitro La Penna a Hickey, giocatore del Bologna, nell'ultimo match con il Sassuolo dopo il richiamo del Var Nasca. Stando a quanto riferito dal Corriere dello Sport, il designatore Rizzoli è molto arrabbiato con i due arbitri che avrebbero commesso tre errori nella stessa azioni. Il primo errore sta nella 'non valutazione' del fallo commesso dal terzino sinistro del Bologna su Muldur. Si tratta di un fallo normale, di gioco, dato che arrivano quasi contemporaneamente sul pallone che è a distanza di gioco da entrambi e che il contatto che ne segue non è né violento, né pericoloso.

LEGGI ANCHE: Ex arbitro Dondarini: "Rosso a Hickey? Difformità di giudizio, il Var sbaglia"

Il secondo invece è stato di Nasca (già recidivo al VAR), perché rivedendo allo schermo il fallo doveva accorgersi che la gamba era solamente piegata e non tesa, che il piede è vero che era a martello, ma in realtà era così perché stava terminando la sua corsa dopo aver tentato l’intervento sul pallone in contemporanea all’avversario e infine perché era un pestone sul piede, mentre sarebbe stato rosso se avesse preso caviglia, tibia o perone. Ultima valutazione sbagliata dell'arbitro in campo La Penna, è stata quella di aver visionato solo un fermo immagine che ha reso l’episodio ancora più grave di quello che in realtà fosse, mentre avrebbe dovuto chiedere in cabina di regia di mandare l’episodio a velocità normale per prendere la decisione giusta. E il designatore Rizzoli su questo episodio è sempre stato chiaro, non bisogna limitarsi a guardare il fotogramma del fallo ma bisogna rivedere l'accaduto a velocità normale.

Sezione: Non solo Sasol / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 21:12
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print