Un servizio di approfondimento sulle attività di base del Settore Femminile Giovanile del Sassuolo con le interviste al Resp. sviluppo area calcio Femminile Alessandro Terzi e al resp. Settore giovanile Femminile Riccardo Soragni. Circa 200 ragazze dagli 8 ai 18 anni, circa 30 persone per lo staff tecnico: questi i numeri del settore giovanile femminile a Sassuolo. Ecco le parole di Soragni a Nero&Verde: "Sin dalla tenera età iniziamo con tre allenamenti settimanali. E' importante lavorare sulla tecnica, pur mantenendo l'aspetto ludico. Troviamo una risposta importantissima, le ragazzine sono determinatissime e a volte siamo quasi sorpresi sotto questo aspetto. E' importante far crescere il movimento femminile ed è importante lavorare sin da subito con le ragazzine, mantenendo sempre il divertimento. La tecnica noiosa nel nostro settore giovanile è bandita. Tanto divertimento, gioco e sport, il gioco come base dell'apprendimento".

Queste invece le parole di Alessandro Terzi, Resp. sviluppo area calcio Femminile: "Abbiamo iniziato la nostra attività nel calcio femminile, partendo dallo sviluppo della base. Abbiamo iniziato qualche anno fa con una piccola rosa di 12 bambine e ora abbiamo oltre 200 tesserate e credo che il lavoro fatto in questo periodo sia sotto gli occhi di tutti. Questo è stato fatto perché crediamo che non si possa parlare di calcio femminile senza concentrarci sullo sviluppo della base, di quelle che saranno poi le calciatrici di domani. Abbiamo creato una struttura attorno a uno sport già di per sé divertente, forse prima mancava l'organizzazione, dagli istruttori alle infrastrutture, questi aspetti poi fanno la differenza".

Sezione: Sassuolo Femminile / Data: Gio 6 Febbraio 2020 alle 19:28
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print