Mister Piovani ha parlato a Ilnapolionline.com, dicendo la sua sulla possibile riforma del calcio femminile ma anche sull'annata del suo Sassuolo Femminile. Ecco le dichiarazioni del tecnico neroverde sul presente ma anche sul futuro del calcio femminile in Italia.

Passiamo al Sassuolo, fino al momento della sosta forzata, qual’era il tuo bilancio personale del campionato?
“Questa stagione abbiamo avuto diversi problemi fisici: Giurgiu, Pondini, Tomaselli, Battellani, Santoro, Cambiaghi, Zazzera, Jacque ed Errico. Quest’ultima aveva recuperato prima delle sue compagne. Io sono stracontento della nostra stagione, non è semplice la serie A visto il valore delle nostre dirette concorrenti. Le gare contro le così dette piccole le abbiamo sempre portate a casa, meno contro le più blasonate, ma sempre uscendo a testa alta. Aspettiamo con fiducia di poter tornare in campo, navigando sempre a vista”.

Per il futuro del movimento del femminile, si parla di riforma dei campionati per continuare il vostro percorso di crescita. Cosa ne pensi in merito?
“Ho letto in questi giorni le parole del d.s. del Napoli femminile D’Ingeo, di allargare la massima serie a 16 e la B a 15, io sono assolutamente d’accordo. Sarei per entrambe le categorie per i numeri pari, ma in buona sostanza è una buona soluzione per far sì che il nostro movimento possa crescere e proseguire la strada che si stava percorrendo”.

La tua sensazione che alla fine la serie A e la B si potrà terminare a livello agonistico?
“Io mi sento spesso con la ragazze e non vedono l’ora di ritornare al calcio giocato, però la decisione finale non spetta a noi, ma dal Governo e il comitato scientifico. Terminare la stagione agonistica per noi servirebbe per continuare con il nostro percorso, anche se siamo matematicamente salve, però vorremmo dimostrare sul campo il nostro valore”.

Sezione: Sassuolo Femminile / Data: Ven 15 maggio 2020 alle 18:35
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print