L'ex portiere Luca Castellazzi ha parlato a TMW Radio, nel corso della trasmissione Stadio Aperto con Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini, parlando di De Zerbi: "La cosa che risalta più agli occhi è la sua capacità di dare un'identità e soprattutto trovare il modo di dare il là, in una società di metà classifica, ad un calcio propositivo. Adesso vediamo squadre come lo Spezia che, nonostante abbiano obiettivi minori e sulla carta doti tecniche inferiori, si giocano a viso aperto gli incontri, forse anche troppo sul possesso palla, ma si uniformano ai cambiamenti che il calcio subisce. Il calcio si evolve e lo vediamo in tutta Europa: in Italia la nuova generazione, per la maggior parte, è orientata su questo gioco a tutto campo, fatto di possesso con anche il portiere chiamato nella manovra".

Ancora l'ex portiere: "Negli scorsi anni siamo stati abituati a squadre piccole che stavano chiuse e speculavano. Forse invece essere propositivi è il modo migliore per affrontare certe sfide. Oggi si vedono meno provinciali, e questo per l'idea che stanno dando certi allenatori come De Zerbi".

Sezione: Non solo Sasol / Data: Gio 15 aprile 2021 alle 21:09
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print