Triplice fischio finale di Lazio-Sassuolo. Simone Inzaghi, allenatore del club biancoceleste, ha parlato ai microfoni di Sky Sport, commentando la gara odierna contro i neroverdi. Ecco le sue dichiarazioni: "I ragazzi hanno dato tutti ma non basta. L'episodio non ti premia perché il pari sarebbe servito poco, così come a Lecce, e non avresti portato a casa due sconfitte. Dobbiamo fare tutti di più. Abbiamo parlato tanto coi ragazzi, io credo che abbiano dato tutto. Spiace aver perso 3 gare consecutive ma ho i soliti 9-10 che vanno in campo ma Leiva, Cataldi, Milinkovic hanno problematiche importanti. Dobbiamo fare di più. Il Sassuolo ha la possibilità di cambiare 9 giocatori su 11 e noi abbiamo fatto copia-incolla di Lecce con le problematiche che sono note, anche Lukaku è arrivato 20 giorni fa e sta dando tutto. Dobbiamo compattarci sperando che qualcuno recuperi e ci dia una mano".

Male nella ripartenza?
"Non era semplice riprendere perché non c'erano stati casi simili. I ragazzi si sono allenati, poi gli ultimi 10 giorni prima della ripresa sono successe delle problematiche che ci hanno penalizzato. Dobbiamo essere lucidi nelle scelte, i due gol subiti oggi forse 3 mesi fa non li prendevamo".

Sogno Scudetto?
"Dobbiamo fare ancora qualche punto perché dobbiamo raggiungere il nostro Scudetto che è la Champions. Parlare ora di Scudetto è azzardato. Prima dello stop avevo detto che ci avremmo creduto fino alla fine".

Stress psicologico?
"Non ci credo perché la squadra ha fatto finali, ha fatto gare importanti con grande personalità. Il problema sono state le problematiche. Lo dissi durante il lockdown che ero molto preoccupato perché un giocatore per 3 mesi e mezzi sul divano non era mai capitato, sapevo che sarebbero state importanti le rotazioni.

Sezione: Non solo Sasol / Data: Sab 11 luglio 2020 alle 20:01
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print