Massimiliano Irrati ancora una volta nell'occhio del ciclone! L'arbitro di Genoa-Sassuolo, dopo la pessima prestazione al Ferraris, non è stato fermato dal designatore Rizzoli ma è stato 'premiato', andando al Var per Inter-Atalanta, uno dei big match di giornata. Nicola Rizzoli, designatore degli arbitri, ha parlato questa mattina a Radio anch'io sport, tornando sulla designazione e annunciando lo stop per Irrati che forse sarebbe dovuto avvenire una settimana fa, dopo il disastro in Genoa-Sassuolo.

"Ho letto e sentito parlare di presunzione da parte di Rocchi che non è andato a vedere il VAR, non è così. Ha sbagliato l'addetto al VAR, queste sono le situazioni in cui si deve intervenire. Il VAR non ha visto la malizia nell’intervento di Lautaro Martinez. Stop per Irrati? Non verrà fermato in maniera punitiva, ma certo gli arbitri che vanno in campo devono essere in forma. Bisogna ritrovare calma e un arbitro in Serie A deve essere sempre al 100%" le parole di Rizzoli.

"E' l'arbitro che deve sempre prendere le decisioni, è una tutela del gioco del calcio. Il Var ha una responsabilità e un ruolo che crescerà nel tempo e migliorerà. E' una tecnologia giovane, è il terzo anno di applicazione in Italia, ma la persona che prenderà sempre la decisione finale in campo è l'arbitro. Bisogna migliorare dal punto di vista tecnologico ma non scordiamo che stiamo anche facendo un cambio generazionale importante.Bisogna dare tempo agli arbitri giovani di crescere" ha aggiunto Rizzoli.

Sezione: Non solo Sasol / Data: Lun 13 gennaio 2020 alle 15:47
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print