Cristian Brocchi, allenatore del Monza, è intervenuto nel corso della trasmissione La Giovane Italia, su TMW Radio e ha parlato anche di Manuel Locatelli, centrocampista che ha un grande rapporto con l'attuale allenatore dei brianzoli. Ecco le parole di Brocchi.

Lavoro e pazienza pagano per arrivare?
"Sì, per me sì. Pensate a Locatelli, un calciatore che in un settore giovanile nessun allenatore può pensare di lasciare fuori. Invece io l'ho fatto, e non perché ero matto, ma perché stavo provando a formare in Locatelli una mentalità vincente, quella che poi gli ha permesso di arrivare in prima squadra. A volte i giovani non capiscono se tu parli e non fai i fatti. Con i calciatori bisogna fare come con i figli. Io lasciavo fuori Locatelli, Cutrone, anche altri. Ma avevo un rapporto stupendo con tutti. Così loro hanno capito cosa vuol dire far parte di un gruppo. Erano più forti, ma io gli ho fatto capire che devono sempre impegnarsi, allenarsi, lavorare, perché poi in prima squadra non sarebbero più stati i più forti. Gli ho fatto capire che non basta il talento".

Sezione: Non solo Sasol / Data: Sab 27 giugno 2020 alle 16:31
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print