Premessa d'obbligo e a scanso d'equivoci: il Sassuolo è contento del lavoro di mister Roberto De Zerbi e la priorità della società è quella di rinnovare il contratto del tecnico bresciano. Il club però è consapevole che in estate saranno tanti i club a bussare alla sua porta e per questo, come è naturale che sia, si guarda attorno alla ricerca di EVENTUALI sostituti. Stando a quanto appreso in esclusiva dalla redazione di SassuoloNews.net, al momento ci sarebbe una rosa di papabili e possibili sostituti. Diversi nomi al vaglio della società che, prima di prendere ogni decisione, vorrà capire la volontà di mister De Zerbi, che aspetta un cenno dal club per parlare del rinnovo del contratto.

Come detto, il club però non vuole farsi trovare impreparato in caso di divorzio con il tecnico bresciano e per questo studia anche le possibili alternative. Sul taccuino c'è un nome che fa sognare tutta la piazza neroverde: Eusebio Di Francesco. Non serve aggiungere altro per il tecnico che ha fatto la storia in neroverde. Dopo le esperienze a Roma e con la Sampdoria, il tecnico abruzzese ha voglia di ripartire e non vuole sbagliare scelta. Su di lui ci sono diversi club, come ad esempio la Fiorentina e il Torino, ma al momento nessuna decisione è stata presa, in un senso o nell'altro, e per questo, anche Sassuolo potrebbe essere una possibilità.

Un altro nome, tenuto in alta considerazione dalla società è quello di Fabio Liverani. L'allenatore sta stupendo tutti a Lecce. Il tecnico gioca con il 4-3-1-2, pratica un calcio offensivo e ha guidato i giallorossi dalla C alla A e attualmente, a 15 giornate dalla fine, il Lecce è quartultimo e se il campionato finisse oggi, sarebbe alto. Grande merito all'ex centrocampista, considerato da molti un tecnico dal sicuro avvenire. Il Sassuolo ama lanciare i giovani tecnici, come accaduto proprio con Di Francesco e De Zerbi (Bucchi l'unico 'esperimento' fallito) e tiene in grande considerazione il lavoro di Liverani. Perde quota Eugenio Corini, comunque uno degli osservati speciali. In B è seguito con interesse il lavoro di Pippo Inzaghi, stimato dal compianto patron Giorgio Squinzi. Questi, ad ora, i primi nomi. Da qui a giugno poi potrà succedere di tutto ma, ribadiamo, la priorità è quella di blindare De Zerbi.

Sezione: Esclusive / Data: Mer 12 febbraio 2020 alle 12:30
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print