L'allenatore del Sassuolo Roberto De Zerbi ha analizzato il ko dei neroverdi in casa dell'Udinese. Bruciante sconfitta per 3-0, terzo ko consecutivo. Ecco le sue dichiarazioni in esclusiva ai microfoni di SassuoloNews.net: "Oggi abbiamo fatto male sotto tanti aspetti, anche se nel primo tempo e nel secondo ci sono state occasioni per riaprirla. Non sapremo mai come sarebbe finita, però sicuramente abbiamo fatto male. Nel calcio non sempre hai il piglio giusto, non ci capitava da tanto fare una prestazione così. Spero non sia una motivazione per aver perso domenica su episodi contestati, spero non ci sia l'alibi delle tante assenze, perché non me la prendo io, come tanti allenatori farebbero. Ma penso che la squadra oggi avrebbe dovuto fare di più".

Oggi ha messo due registi e Rogério a sinistra.
"Sì, perché Kyriakopoulos ha tirato diverse partite, ed essendo arrivato l'ultimo giorno non volevo mettergli troppa pressione, inoltre volevo recuperare Rogério. Obiang stava facendo bene, Magnanelli ha un rendimento costante, quindi non c'erano altre possibilità".

Cosa ha detto ai tifosi?
"Niente, ma quando si perde così mi piace andare sotto la curva per primo, per prendermi le responsabilità e per metterci la faccia, come ho fatto sempre a Sassuolo e da altre parti".

Come si affronta la prossima partita?
"Tirando una riga, e capendo che le responsabilità bisogna prendersele tutti, dai giocatori all'allenatore. Dobbiamo cercare di capire che quando si fa male perché ci sono determinati errori ci sta, quando invece si fanno partite così si fa un'analisi più profonda".

Sezione: Esclusive / Data: Dom 12 gennaio 2020 alle 15:54
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print