Il Sassuolo Primavera ha chiuso il suo 2021 con una bella e importante vittoria in casa dell'Empoli, formazione che non sta attraversando il suo miglior momento ma che si è qualificata agli ottavi di finale della Youth League. La formazione emiliana ora è al quarto posto della classifica, con 22 punti. La classifica è corta perché il Cagliari, secondo, ha 25 punti (solo la Roma sembra inarrivabile dall'alto dei suoi 33 punti con 10 vittorie e 3 sconfitte) ma la quindicesima ha 16 punti: ci sono 14 squadre nel giro di 9 punti. Un campionato sicuramente avvincente e un quarto posto meritato per la formazione neroverde. Anzi, i punti potevano anche essere di più perché il Sassuolo ne ha persi diversi in avvio, senza dimenticare la clamorosa sconfitta in casa del Verona, in una gara davvero stregata.

LEGGI ANCHE: SN - Palmieri: "Primavera, Under 18, 17, 16, 15, Mourinho, Dionisi: dico tutto"

Dopo un avvio di campionato difficile, mister Emiliano Bigica è riuscito a trovare la quadra, partendo dalla solidità difensiva. I neroverdi hanno subito solo 10 gol, nessuno ha fatto meglio. Come dichiarato dal direttore Francesco Palmieri in esclusiva ai nostri microfoni, la svolta è arrivata: "quando ci siamo accorti, dopo Firenze, perché abbiamo fatto veramente un primo tempo pessimo sotto l'aspetto del gioco di squadra. Dopo quella partita è stata una squadra che ha sempre cercato di mettere in mostra il potenziale, perché questa è una squadra che ha potenziale". Il Sassuolo Primavera dunque viaggia a vele spiegate e guarda al 2022 con ottimismo, sognando i playoff.

Quei playoff sfiorati proprio lo scorso anno. I neroverdi li hanno annusati ma non sono riusciti all'aggancio finale, mancando l'appuntamento proprio a due giornate dal termine. Ora il Sassuolo Primavera guidato da mister Bigica può pensare al 2022 con ottimismo. Ci sono i gol di Luigi Samele, le parate di Gioele Zacchi, i tackle ma anche le giocate rischiose di Ryan Flamingo, le corse di cavallo Paz, le geometrie di Zenelaj, il dinamismo di capitan Aucelli, uno dei giocatori che più è cresciuto quest'anno. Insomma, i giovani talenti non mancano. Ci sono le potenzialità per fare bene e per togliersi delle grosse soddisfazioni anche nel 2022! D'altronde, il lavoro del direttore Palmieri, del suo staff e dell'intera società è ormai da anni sotto gli occhi di tutti!

Sezione: Settore Giovanile / Data: Sab 01 gennaio 2022 alle 19:18
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
vedi letture
Print