Sulle pagine della Gazzetta di Modena vengono riportate le parole del tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi, alla vigilia del match con il Cagliari: "Sono quinti in classifica, già questo ne fa capire il valore, oltre alla qualità e all'esperienza dei giocatori e dell'allenatore. Sappiamo che potrebbe essere una partita molto difficile, ma noi vogliamo fare bene ugualmente e fare punti. Segnano tanto, sono bravissimi sui cross, attaccano la porta in tanti, sono bravi in acrobazia, sono forti fisicamente e tatticamente, hanno esperienza, hanno tante qualità, non ne basterebbe una a giustificare il campionato che stanno facendo. Ma, come ripeto sempre, noi dobbiamo pensare alle nostre di qualità e puntare su queste, perché anche noi possiamo mettere in difficoltà gli altri".

Ancora De Zerbi: "Mi ha stupito Kyriakopoulos, dopo il match di Torino mi ha abbracciato e ci siamo guardati e lì è emerso tutto quello che c'è nel passare in pochi mesi dal campionato greco e lottare contro Ronaldo, Higuain, Dybala facendo una partita da veterano, e ha 23 anni, non 35, è una soddisfazione per tutti. Per quanto riguarda Turati, dobbiamo tenere i piedi per terra, col Cagliari giocherà ancora lui e voglio che sia tranquillo, sereno, con la possibilità anche di sbagliare, che non abbia l'ansia, l'apprensione che il mondo calcistico e i media gli hanno messo addosso, sapendo che se vuole fare questo mestiere, si deve abituare anche a questo senza che diventi un problema più grande di quello che è".

Sezione: Rassegna stampa / Data: Dom 8 Dicembre 2019 alle 08:53
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print