Dopo la notizia della scomparsa di Giorgio Squinzi, presidente della multinazionale MAPEI e patron neroverde, la partita che si sarebbe dovuta giocare questa sera allo stadio Rigamonti è stata rinviata. La data decisa per Brescia-Sassuolo è quindi il 18 dicembre, l'orario è stato mantenuto invariato (20:45), come ovviamente anche la copertura televisiva, con Sky che si occuperà della trasmissione in diretta dell’evento. Eppure, la comunicazione arrivata ieri verso le 18:00, non è stata frutto di una decisione immediata. Infatti, spiega La Gazzetta dello Sport, inizialmente, la Lega aveva optato per disputare il match domenica 17 novembre, ma la data è stata variata e c’è un curioso retroscena che spiega ne spiega il perché.

Per i noti motivi puramente scaramantici infatti, il presidente del Brescia Massimo Cellino, non avrebbe affatto gradito la disputa della partita il giorno 17, numero notoriamente associato alla sfortuna. Così, come voluto dai piani alti del club neopromosso, il giorno dell’incontro è stato nuovamente posticipato, questa volta a mercoledì 18 dicembre. Con questa nuova data non c’è scaramanzia che tenga, e le due squadre potranno scendere in campo per recuperare una partita che mai nessuno avrebbe voluto saltare. In questa giornata quindi il Sassuolo non sarà impegnato su nessun campo, sarà l’occasione per riprendersi e ricominciare al meglio una stagione di raddrizzare.

Sezione: Non solo Sasol / Data: Ven 4 Ottobre 2019 alle 16:29
Autore: Giovanni Fiori
Vedi letture
Print