"Piccinini ad esempio, stravedo per lui, è con noi da un mese e mezzo, sa giocare, ha personalità": parole che pesano come un macigno ma non se hai spalle forti come quelle di Stefano Piccinini. Il giovane difensore classe 2002 di proprietà del Sassuolo è l'ennesimo giovane talento lanciato in prima squadra dai neroverdi e da Roberto De Zerbi. Il centrale dell'Under 18 si allena regolarmente con la prima squadra neroverde da oltre un mese e mezzo. De Zerbi è stato 'costretto' a promuoverlo in prima squadra a causa dei tanti infortuni che hanno colpito la difesa e in particolare il reparto centrale, con Chiriches e Ferrari fuori per un paio di mesi.

Piccinini si è allenato con grande regolarità in prima squadra e ha sorpreso lo staff tecnico e lo stesso mister bresciano. Il difensore in passato è stato convocato dalla Nazionale Under 17 dell’allenatore federale Carmine Nunziata per il Torneo dei Gironi a Coverciano. Stefano (che ha vestito anche la maglia granata della Reggiana nel suo passato) è il fratello minore di Gabriele, che gioca nella Reggio Audace. Piccinini è un difensore di belle speranze che milita nell'Under 18 neroverde, può giocare da difensore centrale e anche da terzino. Ha tecnica, fisico e personalità. Nella settimana di Turati irrompe un altro giovane talento: ecco Stefano Piccinini, il primo 2002 a giocare una partita ufficiale con la maglia del Sassuolo.

Sezione: News / Data: Mer 4 Dicembre 2019 alle 15:01
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print