E' terminata Sassuolo-Atalanta, partita della 34esima giornata di Serie A. Roberto De Zerbi, allenatore dei neroverdi, ha parlato a Sky Sport, commentando così la gara del Mapei Stadium: "L’Atalanta dà fastidio a tutti. Noi l’abbiamo sempre affrontata a viso aperto e senza snaturarci, talvolta perdendo sonoramente. Oggi abbiamo fatto una grande partita, dispiace per qualche disattenzione come in occasione del rigore e l'espulsione. Abbiamo riportato la parità numerica e giocare contro di loro in parità numerica è molto difficile”.

Grande attenzione in marcatura. Raspadori sembra abbia fatto 100 partite in Serie A.
"Lui e Defrel non erano al 100%, c'era già nella mia testa una staffetta. Penso che oggi un po' tutti abbiamo fatto una grande partita. Se avessimo messo un pizzico di spregiudicatezza in più avremmo potuto fare di più soprattutto in 10 contro undici".

I terzini spingono tanto: oggi in qualche situazione potevano fare meglio?
"Abbiamo preso il gol perché se l'è perso Muldur e poi ha fatto bene ma credo possa fare meglio. E' giovane, non è un prodotto finito, non è maturo. Tutti e quattro i terzini possono fare molto di più e penso siano frenati dalla convinzione, quando si libereranno non avranno limiti".

Cosa c’è tra voi e la Roma per il settimo posto: solo i punti?
“Oggi siamo andati a due punti, adesso vediamo la partita di stasera ed è chiaro che la Roma rimane ad un livello diverso dal nostro. L’Atalanta ha fatto scuola a tutti, ottenendo risultati in questi anni in modo meritato. Ha ottenuto quel qualcosa in più che sulla carta non era immaginabile e noi cerchiamo di fare la stessa cosa nel nostro piccolo”.

Hai ancora dei sogni in neroverde?
“Oggi il mio sogno è arrivare settimo, perché vorrebbe dire aver migliorato la scorsa stagione. Non devo aggiungere una parola a quelle già dette. Vedremo nelle prossime settimane”.

Sezione: News / Data: Dom 02 maggio 2021 alle 18:20
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print