"Il piano B dei play-off o play-out: in un mese scudetto, Europa e retrocessione". Questo il titolo che La Stampa utilizza nel taglio alto della prima pagina per affrontare il tema della ripartenza della Serie A. In caso di ripresa ritardata o di stop, la nuova idea scuote il pallone: un mese a eliminazione. Tre fasce per obiettivi e l'intero campionato - si legge a pagina 28 - coinvolto nelle gare.

La bussola della Figc è quella che indica in giovedì prossimo il momento chiave: l'attesa è per il via libera del governo alla ripresa della stagione. Il passo successivo non potrà che vivere nell'incertezza di un campionato che, se autorizzato a ripartire, potrebbe fermarsi di nuovo e, qualora autorizzato a ricominciare, non potrebbe farlo se non a giugno inoltrato (ad oggi la data del nuovo fischio d'inizio è per il 13 del mese prossimo). In questo quadro prende forma un finale mai visto. Scudetto, Europa e retrocessione: si giocherebbe per tutti gli obiettivi a eliminazione diretta e dentro ad una finestra temporale che potrebbe (e non è poco di questi tempi) far sorridere anche le tv. Come? Ad inizio giugno, molto probabilmente il 3, il consiglio federale della Figc declinerà il format di playoff e playout, ma l'indicazione è quella che in campo, se nel caso, torneranno tutte e venti le squadre di A.

Sezione: Rassegna stampa / Data: Ven 22 maggio 2020 alle 09:19
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print