L'attuale allenatore dell'Alessandria, ex collaboratore di Mancini, Angelo Gregucci, ha parlato a Il Resto del Carlino, dicendo la sua sulle possibili convocazioni in Nazionale di Caputo, Berardi e Locatelli: "Roberto se uno è bravo lo convoca anche se è giovanissimo, e penso a Zaniolo, in Nazionale maggiore prima dell’esordio in A. E chiama anche giocatori più esperti, senza guardarne l’età: Quagliarella, non troppo tempo fa, è tornato in Nazionale a dispetto dei suoi 36 anni" le sue parole.

Prosegue Gregucci: "Il Sassuolo è una società modello, un laboratorio dove si programma e si fa calcio: nessun dubbio che Mancini e il suo staff seguano con attenzione i migliori profili oggi a disposizione di De Zerbi. Berardi, del resto, lo ha fatto esordire in azzurro proprio Mancini e Caputo dalla sua ha i numeri: troppo su di età, dite? Non sono dettagli cui Mancini guarda: se un giocatore gli piace, lo chiama, mica guarda la carta d’identità".

Sezione: Non solo Sasol / Data: Dom 02 agosto 2020 alle 19:12
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print