La sosta ha interrotto la miglior serie stagionale del Sassuolo, ma potrebbe dar modo al tecnico Roberto De Zerbi di recuperare almeno qualcuno dei tanti infortunati che hanno di recente condizionato le scelte del tecnico neroverde. In vista, tra l'altro, di un finale di 2019 quantomeno impegnativo, con Lazio, Juventus, Cagliari, Milan e Napoli che, insieme al Brescia, aspettano i neroverdi al varco. Ferrari, Rogerio e Mazzitelli, out da diverse settimane, integrano così, in questi giorni, un gruppo obbligato a fare i conti, alla ripresa, con l'assenza di Domenico Berardi.

Per l'attaccante neroverde - 7 gol fin qua in questo campionato - che ha rimediato una lesione muscolare nel corso di Sassuolo-Bologna i tempi di recupero sono stimati tra le tre e le quattro settimane, e per il Sassuolo si tratta di trovare la soluzione che permetta di andare oltre l'assenza pesantissima, in grado di depotenziare l'attacco che tuttavia sembra essersi ritrovato, attorno a Caputo (due gol contro il Bologna, ad interrompere un digiuno che si protraeva da settembre) e Boga (tre gol e un assist nelle ultime cinque gare). Mentre da registrare resta una difesa che qualcosa agli attacchi altrui ancora concede, anche se concede per proporre, a sua volta, il suo gioco, accettandone il rischio. Difesa che andrà registrata, non fosse altro perché dopo la pausa ci sono prima Immobile poi CR7, ovvero due attaccanti che con difese "ballerine" vanno a nozze. A riferirlo è La Gazzetta dello Sport.

Sezione: News / Data: Ven 15 Novembre 2019 alle 12:42 / Fonte: La Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print