Sabato scorso, in occasione di Sassuolo-Inter, è andato in scena l'esordio di Nicolas Schiappacasse. L'attaccante classe '99 ha giocato nel secondo tempo della sfida con i nerazzurri. Il giocatore uruguaiano ha fatto il suo esordio con la maglia del Sassuolo ma non in Serie A perché aveva già collezionato 4 presenze con la maglia del Parma, entrando al posto di Giacomo Raspadori, piazzandosi da falso nueve. "Schiappacasse sta seguendo un protocollo che lo porterà non brevemente ma ci vorrà qualche mese a diventare un giocatore dal punto di vista fisico completo perché è stato fermo 4 mesi tra Covid e lockdown, dunque prima vogliamo ricostruirlo e poi sfruttarlo perché è un talento della natura" aveva detto su di lui mister Roberto De Zerbi.

Schiappacasse ha avuto il Covid, un problema in più che ne ha rallentato il naturale inserimento in squadra. Il giocatore ha lavorato per tornare in condizione e nel giorno della conferenza stampa di presentazione aveva detto: "Ho molta voglia di vestire questa maglia. Secondo obiettivo è andare in Europa, Champions o Europa League con il Sassuolo. Un altro obiettivo è poter giocare tante partite per poter tornare a vestire la maglia della Nazionale uruguaiana". Il suo debutto sarà importante in vista del prosieguo della stagione, una stagione anomala e che non concede sconti al Sassuolo e alle altre squadre e anche naturalmente ai calciatori.

"I miei punti di forza sono la velocità, l'essere ambidestro, mi piace giocare per la squadra e penso di avere tecnica e agilità. Il calcio è la mia passione, voglio imparare e migliorare sempre di più" le parole di Nicolas che ora lavora per mettere in difficoltà mister Roberto De Zerbi. Difficilmente lo vedremo nel prossimo futuro dall'inizio, la gara di Coppa Italia con la SPAL potrebbe essere una buona occasione per testarlo nella squadra titolare perché c'è molta curiosità attorno a lui. Il Sassuolo sta pian piano scoprendo il suo jolly offensivo. Il debutto con l'Inter è stato il primo passo.

Sezione: News / Data: Mar 01 dicembre 2020 alle 17:38
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print