Secondo derby consecutivo per il Sassuolo di mister Roberto De Zerbi che nella giornata di domenica affronterà il Parma al Mapei Stadium, fischio d'inizio previsto alle ore 15. Un derby importante che dirà molto sulle ambizioni delle due formazioni. Il Parma ha dimostrato grande continuità, è una delle sorprese della stagione e ha tenuto testa anche a formazioni importanti. Il Sassuolo sta trovando continuità in queste settimane e può considerare la sfida contro il Parma una vera e propria del nove per le sue ambizioni e per il prosieguo dell'annata.

Chiriches Tripaldelli non recupereranno per la gara di domenica contro il Parma, Marlon torna a disposizione ma difficilmente partirà dal 1' minuto. Nel 4-2-3-1 di De Zerbi, spazio dunque a Consigli in porta. A destra Toljan mentre a sinistra dovrebbe essere confermato il greco Kyriakopoulos. Al centro sicuro del posto Romagna con Ferrari che si gioca il posto con Peluso (Magnani dovrebbe accomodarsi in panchina) ma il tecnico potrebbe confermare Ferro, autore di due buone gare contro la Roma e contro la SPAL. In mezzo al campo non si prescinde da Pedro Obiang e Manuel Locatelli, due gladiatori negli ultimi mesi e sempre più intoccabili. In avanti poche scelte per mister De Zerbi: dovrebbe esserci spazio per Berardi a destra e gli intoccabili Boga e Caputo a completare il reparto offensivo. Dubbi sulla trequarti: ballottaggio Djuricic-Defrel con il primo in leggero vantaggio ma da capire le sue condizioni, perché la scorsa settimana non era al meglio e contro la SPAL è stato preservato. Traoré ha un problema alla caviglia e non ci sarà. Probabile dunque che sia confermata la formazione che ha battuto la Roma due settimane fa.

Non c’è pace per il Parma, che durante l’allenamento odierno ha perso ancora una volta delle pedine fondamentali per infortunio. Si è fermato Juraj Kucka, uno dei più in forma in casa ducale: difficile che lo slovacco possa scendere in campo domenica. Se in porta Colombi va verso la terza gara da titolare consecutiva, anche la difesa è quella titolare, con Darmian, anche lui acciaccato, che stringe i denti e si unisce ai compagni Iacoponi, Bruno Alves e Gagliolo. A centrocampo c’è qualche ballottaggio: con l’infortunio di Kucka, dovrebbe essere Kurtic a giocare nel tridente avanzato, lasciando libera una maglia in mediana. Pronto dunque Alberto Grassi, che dovrebbe giocare sul centrodestra, con Brugman in regia ed Hernani mezzala sinistra. Davanti, difficile ipotizzare un rientro dal primo minuto di Gervinho, sì reintegrato ma con una decina di allenamenti più leggeri in corpo. Più probabile vedere Kurtic adattato, con Caprari e Andreas Cornelius a completare il tridente.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Romagna, Ferrari, Kyriakopoulos; Obiang, Locatelli; Berardi, Djuricic, Boga; Caputo. Allenatore: Roberto De Zerbi

PARMA (4-3-3): Colombi; Darmian, Bruno Alves, Iacoponi, Gagliolo; Hernani, Brugman, Grassi; Kurtic, Cornelius, Caprari. Allenatore: Roberto D'Aversa

Sezione: News / Data: Gio 13 febbraio 2020 alle 11:54
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print