Manuel Locatelli si racconta a Sky Sport. Il centrocampista del Sassuolo ha parlato della sua crescita e ha ringraziato il club neroverde che ha creduto in lui: "Mi trovo bene giocando a due ma anche a fare la mezz’ala, non è il ruolo ma è come viene interpretato che mi caratterizza. Dovrei fare più gol, è chiaro, è un mio obiettivo quest’anno. Il Sassuolo ha dimostrato di credere in me dopo che alcuni non avevano più creduto in me. Nazionale? La Nazionale non la regalano, va conquistata ogni domenica e poi va riconquistata. È un motivo d'orgoglio avere altri due compagni con me, anche lì vogliamo tenere la palla e c'è un gruppo unito, che porta avanti le stesse idee".

Prosegue Manuel Locatelli: "Io sono più completo ed è grazie al lavoro fatto qui, grazie al mister, al lavoro, ai miei compagni e a tutta la fiducia che mi è stata data il segreto è l’equilibrio che ho trovato dentro di me, sono molto più maturo e appunto più equilibrato. Europa? Essere in questa posizione è motivo d'orgoglio per tutta la città, ma dobbiamo restare con i piedi per terra. Per la squadra che abbiamo non dobbiamo tirarci indietro: il primo obiettivo è sicuramente la salvezza, ma dobbiamo sognare più in grande e puntare all'Europa. Il merito di questi risultati è sicuramente di tutto il gruppo, perché lavoriamo insieme da tre anni e il segreto è che siamo diventati ancora più squadra. Sappiamo tutti cosa dobbiamo fare, De Zerbi è con noi e lo seguiamo, c'è grandissima disponibilità. Abbiamo il nostro credo che è quello di tenere sempre palla e di finalizzare il possesso andando in porta, non forzando le giocate e aggredendo subito quando perdiamo la palla".

LEGGI ANCHE: "Sbaglia ma fai": il retroscena su Bologna-Sassuolo

Sezione: News / Data: Gio 22 ottobre 2020 alle 14:01
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print