Il 2020 è un crocevia fondamentale per il calcio azzurro. È ripartita la caccia a quella medaglia d'oro giovanile che manca dal 2004 (Europeo Under 21): dopo aver seminato a lungo - e i 5 podi nell'ultimo triennio con le selezioni "Under" lo dimostrano - a Coverciano sanno che è arrivato il momento di raccogliere. A dicembre è ripartita l'attività dell'Under 15 (Torneo di Natale) e dell'Under 16 (Torneo dei Gironi), mentre ieri si è concluso lo stage di tre giorni per 23 ragazzi nati nel 2001 (Under 19) e nel 2002 (Under 18).

Prima del "rompete le righe", scrive il Corriere dello Sport, c'è stata un'amichevole contro la Fiorentina Primavera, terminata 3-3: vantaggio viola a firma Pierozzi, pareggio con un eurogol di Marigosu e poi, nella ripresa, le reti azzurre di Fonseca (figlio di Daniel, ex Cagliari, Napoli, Roma e Juve) e Vianni (27' st) e quelle dei gigliati, entrambe nel finale, di Spalluto e Koffi. Convocato anche Daniel Maldini, figlio e nipote d'arte, che a differenza di papà Paolo e di nonno Cesare gioca nel ruolo di trequartista. Il Sassuolo è stata la società più rappresentata (Manarelli, Piccinini, Simonetta e Ripamonti), i convocati sarebbero potuti essere 5 se non fosse stato per l'infortunio di Christian Aucelli. A guidare la Nazionale sperimentale Alberto Bollini (Under 19) e Bernardo Corradi (Under 18). Quest'ultimo ha ricordato che "grazie all'area scouting riusciamo a monitorare tantissimi ragazzi per valutarne un loro inserimento nelle rose delle nazionali giovanili". Obiettivo raggiunto. "Abbiamo ricevuto indicazioni più che positive - le parole di Bollini - anche in vista della prossima Fase Élite Under 19, il turno di qualificazione agli Europei". La settimana da cerchiare in rosso va dal 25 al 31 marzo: l'Under 19 affronterà in casa Norvegia, Islanda e Slovenia per garantirsi un posto alla fase finale in Irlanda del Nord, mentre l'Under 17 di Carmine Nunziata (stesso obiettivo, fase finale in Estonia) se la vedrà con Polonia, Galles e Montenegro.

Se per l'estate 2020 è tutto confermato, nel 2021 inizierà la sperimentazione. L'Europeo Under 19 salterà un'edizione (2021) per aderire al nuovo format biennale e includere nel 2022 sia l'Under 18 che Under 19. Lo stage di Coverciano va letto anche in questa direzione. La nuova formula è simile a quella della Nations League dei grandi. Le nazionali d'Europa verranno inserite, in base al ranking, nei gironi delle leghe (A, B e C) e nell'arco di due stagioni - la 2020-21 e la 2021-22 - si sfideranno, tenendo conto di un meccanismo fatto di promozioni e retrocessioni. Chi vince il proprio girone avanza allo step successivo, chi arriva ultimo scende nella lega inferiore; fino ad arrivare all'ultima fase che determinerà le 7 qualificate al torneo (l'ottava sarà la Slovacchia padrona di casa).

Questi gli azzurrini che hanno partecipato allo stage di Coverciano, gli ordini dei tecnici Alberto Bollini e Bernardo Corradi.
PORTIERI: Ciocci (Cagliari), Crespi (Gozzano);
DIFENSORI: Barbieri (Novara), Bergonzi (Atalanta), Bonini (Virtus Entella), Manarelli (Sassuolo), Piccinini (Sassuolo), Scanagatta (Atalanta), Serpe (Genoa), Viti (Empoli);
CENTROCAMPISTI: Belardinelli (Empoli), Maldini (Milan), Marigosu (Cagliari), Pantaleo Milanese (Roma), Ranocchia (Juventus), Simonetta (Sassuolo), Tripi (Roma), Viviani (Atalanta);
ATTACCANTI: Da Graca (Juventus), Fonseca (Inter), Moro (Genoa), Ripamonti (Sassuolo), Vianni (Napoli).
ALLENATORI: Alberto Bollini e Bernardo Corradi

Sezione: Settore Giovanile / Data: Gio 9 Gennaio 2020 alle 11:27
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print