Gianpiero Piovani, allenatore del Sassuolo Femminile, ha parlato a TRC nel corso di Nero&Verde. Il tecnico ha parlato del futuro ma anche dell'interruzione definitiva del campionato: "Siamo un po' dispiaciuti perché ci sarebbe piaciuto continuare questo percorso di crescita, non solo per il Sassuolo, ma per tutto il campionato. Credo però che nella lettera scritta dalle ragazze ci sia un momento di fermo, di paura, e la Federazione abbia fatto la scelta giusta, scelta ponderata per l'andamento delle cose".

Qual è la road map adesso?
"Ci stiamo allenando dal 25 di maggio con allenamenti individuali, rispettando le regole. Test sierologici, le ragazze si fanno la doccia a casa. Da febbraio non abbiamo mai smesso con gli allenamenti e abbiamo fatto degli allenamenti individuali facoltativi al campo. A casa non era semplice, io allenatore passavo in secondo piano, mentre ora sono intervenuto anch'io e questa è la strada che abbiamo intrapreso e finché la situazione non cambierà".

Poi?
"Dipende dalla data UEFA sulla ripartenza del campionato. Di sicuro avremo poco tempo per stare a casa, dovremo ripartire quasi subito, ma c'è grande voglia di ricominciare e di lavorare in ottica di prospettiva come vuole il Sassuolo".

Come sarà la prossima stagione che potrebbe essere in parte di convivenza con il virus?
"Ci auguriamo di no, speriamo che qualche protocollo venga stracciato, vuol dire che la situazione andrà in miglioramento. Di sicuro all'inizio ci sarà un po' di paura ma poi andrà a scemare e ritroveremo le ragazze come le abbiamo lasciate a fine febbraio".

Sezione: Sassuolo Femminile / Data: Mer 17 giugno 2020 alle 18:39
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print