Jeremy Toljan, terzino destro del Sassuolo, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Sassuolo Channel. Ecco le sue dichiarazioni: "I miei primi 8 mesi in Italia sono stati belli. Mi trovo bene qui, sto migliorando calcisticamente. Sono mio agio, sto giocando tanto e questo è un bene per me e spero di continuare così".

Come ti trovi in Italia?
"Sto bene a Modena e mi trovo bene in Italia".

Come è stato il tuo ambientamento?
"Ho trovato qualche difficoltà all'inizio nell'adattarmi ad un nuovo modo di giocare. E' la mia prima volta in Italia e qui si gioca in maniera differente. Il ruolo di terzino è difficile. Oggi è un ruolo da cui ci si aspetta tanto perché deve difendere e ha anche l'opportunità di attaccare. E' una posizione dura perché ci sono tanti esterni offensivi forti sulle fasce ma io sono felice di fare questo ruolo, mi piace far salire la squadra in attacco e difendere".

Riscontri già dei miglioramenti dal tuo arrivo?
"Sì, penso di essere migliorato molto dal punto di vista difensivo perché in Italia si fa tanta tattica e allenamenti specifici ma voglio continuare e non fermarmi mai perché non importa quanti anni hai, puoi sempre migliorarti e per me è importante migliorare ogni giorno la fase difensiva sia a livello di squadra che come singolo".

Quanto è importante lavorare con un allenatore come De Zerbi?
"Il mister è davvero importante per me e penso che per tutti i giocatori sia importante avere un allenatore che si fidi di te e ti aiuti non soltanto durante la partita ma soprattutto in allenamento, quando ti ferma, parla con te e cerca di aiutarti a migliorare. Lui l'ha fatto con me e gliene sono grato".

Quali sono i tuoi obiettivi qui a Sassuolo?
"Il mio obiettivo ad inizio stagione era quello di giocare il più possibile e di stare bene fisicamente che è la cosa più importante. Non bado tanto ai gol e agli assist, ovviamente è bello farli però conta di più la prestazione. Ovviamente mi piacerebbe fare più gol perché è sempre bello fare gol ma non ho un target di numeri prestabilito".

Come giudichi il campionato del Sassuolo sin qui?
"Io penso che stiamo giocando bene, rispecchiando la nostra filosofia di gioco in ogni partita ma potremmo avere qualche punto in più. Siamo stati sfortunati in qualche circostanza come i gol subiti alla fine ma in termini di gioco abbiamo fatto bene".

Quale giocatore del Sassuolo ti ha impressionato di più?
"Premesso che conoscevo di fama già qualche giocatore del Sassuolo, tra quelli che mi hanno impressionato di più c'è ovviamente Berardi ma me lo aspettavo e poi c'è Boga che invece non conoscevo. I suoi dribbling li conosciamo tutti ed è difficile allenarsi contro di lui però mi piace mi fa migliorare".

Chi ti ha impressionato di più invece in Serie A?
"Per quanto riguarda chi mi ha impressionato delle altre squadre, in Serie A ce ne sono tanti forti, è difficile sceglierne uno".

Cosa pensi del Sassuolo?
"Il Sassuolo è un ottimo club con un ambiente tranquillo e con strutture importanti, tutto perfetto per giocare a calcio".

Domenica c'è l'Atalanta: che gara ti aspetti?
"Contro l'Atalanta sarà una partita dura, l'abbiamo già affrontata e sappiamo cosa ci aspetta. A Bergamo troveremo una squadra forte e uno stadio pieno. Sarà una partita difficile, dobbiamo scendere in campo determinati. Noi prepareremo la partita per provare a vincere come sempre ma sappiamo che sarà una gara difficile".

L'Atalanta, sotto certi aspetti, somiglia ai club tedeschi?
"Sì, l'Atalanta assomiglia ad un club tedesco per alcuni versi, tipo il modo di difendere, l'intensità e lo stile di gioco".

Sembri una persona molto calma.
"Sembro una persona calma ed è anche il mio modo di essere. Quando mi capita di fare gol non mostro tante emozioni anche se sono ovviamente felice, ma sono fatto così".

Qual è stata la tua partita preferita?
"Mi piace giocare contro le grandi squadre quindi la mia partita preferita è quella contro la Juventus dove con un po' di fortuna avremmo potuto anche vincere ma penso comunque sia stata una bella partita".

Come va con l'italiano?
"Sto studiando l'italiano. Vado a lezione tutte le settimane e sto migliorando soprattutto nella comprensione".

Qual è il tuo sogno?
"Il calcio è il mio sogno e lo sto vivendo".

Poi chiude con alcune parole in italiano: "Mi piace vivere in Italia, mi piace il cibo italiano. Ciao a tutti i tifosi del Sassuolo"

Sezione: News / Data: Gio 20 Febbraio 2020 alle 13:22
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print