In casa Sassuolo, un piccolo dolore avvertito tempo fa, comincia a destare non poca preoccupazione. Il fatto risale alla settimana di Ferragosto, quando Francesco Magnanelli si era fermato durante un allenamento dopo aver avvertito una fitta. Non sembrava nulla di grave, ma dopo la sua assenza nelle prime gare due di campionato (mai assente alla prima giornata da quando il Sassuolo è in A), il suo stop sembra potersi prolungare ulteriormente. Domenica c’è la trasferta a Roma, ed è certo che il tecnico De Zerbi non potrà contare sul “puma”, perché un suo rientro in tempo per la sfida dell’Olimpico è impensabile. La speranza è di recuperarlo per almeno una delle tre sfide della settimana successiva (Spal, Parma e Atalanta), ma niente
è sicuro.

Intanto il mister ex Benevento è in emergenza a centrocampo, perché può contare solamente su Mazzitelli e Duncan, in quanto Djuricic non ha ancora i 90’ minuti nelle gambe essendo in recupero dall’infortunio, mentre Obiang, Traorè, Bourabia e Locatelli sono impegnati con le rispettive nazionali. Questi ultimi quattro torneranno ovviamente in tempo per affrontare la sfida contro la formazione di Fonseca, ma preparare la partita contro i giallorossi avendo a disposizione solamente due centrocampisti non è sicuramente vantaggioso. Insomma, l’assenza del capitano pesa eccome: la sua quindicesima stagione in neroverde, di fatto, deve ancora iniziare, e a Sassuolo si freme per riaverlo al più presto.

Sezione: News / Data: Lun 9 Settembre 2019 alle 15:55
Autore: Giovanni Fiori
Vedi letture
Print