Si è appena conclusa la prima giornata di campionato per Sassuolo e Cagliari. Mister Roberto De Zerbi, allenatore neroverde, ha parlato così ai microfoni di Sky Sport, commentando il match del Mapei Stadium. Ecco le sue dichiarazioni: "Il Cagliari è una buona squadra e ben organizzata. Abbiamo fatto bene e creato tanto, ma non sfruttato le occasioni. Abbiamo preso gol su una situazione sulla quale stiamo lavorando, ma non ho niente da rimproverare ai ragazzi. Speriamo di assestarci il prima possibile, pensando solo al campionato e al Sassuolo e non inconsciamente al mercato o ai giocatori in nazionale. Nelle ultime settimane, un pochino, siamo stati condizionati: è una cosa naturale come aver cambiato preparazione in soli 15 giorni".
Caputo è sembrato un po' spaesato...
"Caputo ha l'esperienza e la gavetta per assorbire tutto e accettare le situazioni. Si è sempre conquistato tutto passando per grandi difficoltà. L'inconscio dei giocatori alla prima convocazione in nazionale, però, ci sta: devono abituarsi a fare nazionale e tornare con la testa al club al 100%

Terrete tutti i vostri big? Ha avuto rassicurazioni dalla società?

"Non ho ricevuto rassicurazioni ma è questione di abitudine. Siamo una delle poche squadre che ha ricevuto diverse richieste per i nostri giocatori, dobbiamo viverle come gratificazioni e i giocatori come eventuali possibilità ma senza mai trascurare il club che ci dà da mangiare e ci mette in vetrina portandoci in nazionale. Quando passi per le prime volte per queste cose è normale soffrirle".

Sezione: News / Data: Dom 20 settembre 2020 alle 21:08
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print