14.05 - Si continua a giocare, senza un attimo di tregua. Torna il campionato di calcio di Serie A e il Sassuolo è atteso da un match importantissimo, contro l'Hellas Verona, al Mapei Stadium di Reggio Emilia, match in programma domenica alle ore 19.30. Mister Roberto De Zerbi non terrà una vera e propria conferenza stampa di vigilia ma parlerà ai canali ufficiali del club neroverde: dunque, non si tratterà di una vera e propria conferenza, le domande non saranno rivolte a lui dai giornalisti a causa degli impedimenti e delle leggi sul Coronavirus. I neroverdi cercano conferme dopo il bel pareggio contro l'Inter. Potete seguire le dichiarazioni su questa pagina, aggiornandola con il tasto F5 o con il pulsante AGGIORNA. Inizio previsto alle ore 14.30. Stay tuned!

Che bilancio fa delle prime due gare?
"Abbiamo giocato contro due grandi squadre. Abbiamo fatto bene perché abbiamo costruito tante palle gol, abbiamo subito, ma non abbiamo nemmeno subito quello che subiscono le altre. L'Atalanta, rispetto ai suoi standard, non ha tirato tanto in porta. Su 7 gol presi, 4 su calcio piazzato, e questo dà fastidio. La squadra mi è piaciuta a Bergamo e anche a Milano, mi sarebbe piaciuto non commettere quegli errori perché senza questi avremmo potuto anche fare di più in termini di punti".

Cosa le è piaciuto di più?
"Mi è piaciuto il coraggio di entrambe le partite e, avendo cambiato quasi tutti i giocatori, vuol dire che siamo tutti sintonizzati. Poi si è vista anche un'ottima condizione fisica e questo è da mettere in evidenza perché i giocatori si sono allenati durante la sosta e sono dei professionisti veri".

Il Verona?
"Insieme al Parma sono la rivelazione del campionato e la prendiamo come se giocassimo contro l'Atalanta o come contro l'Inter. Abbiamo però le armi per metterli in difficoltà, come le abbiamo per mettere in difficoltà chiunque. Abbiamo anche dei limiti e dei difetti da togliere perché anche loro ci possono mettere in difficoltà. Sanno cosa fare, sono forti, giocheranno con coraggio e noi anche, è una partita che ognuno giocherà con le proprie armi".

Indisponibili?
"Al di là di Toljan e di Romagna che sarà sempre negli indisponibili, gli altri stanno bene tutti, poi vediamo in base alla partita, alla condizione, chi giocherà dall'inizio e chi partirà dalla panchina".

Chiriches?
"Sono contento di come ho ritrovato la squadra. Sono contento per Chiriches perché ha sofferto tanto, è un giocatore di livello alto, è stato fermo tanto e ci fa fare uno step in più. E' stato fermo tanto, non lo abbiamo mai avuto. Ha attraversato, anche mentalmente, un momento buio, perché non si capiva quando sarebbe potuto rientrare e ha fatto una partita bellissima a Milano, per noi è un valore aggiunto".

Il rinnovo?
"Non ci sono segreti, ho sempre detto che avrei voluto rimanere. Mi piace allenare questa squadra, abbiamo ancora tanto da migliorare. Non ho ancora firmato, non è ufficiale, lo faremo nei prossimi giorni. Non è cambiato nulla, è importante cosa si vuol fare, non la firma, poi la metteremo più in là. Il Sassuolo mi ha detto che ha piacere a continuare con me, io sono felicissimo di poter continuare ad allenare questa squadra. Sono i giornali che mettono tanto di inchiostro, ma alla fine non c'è stato mai alcun tipo di problema".

Sezione: News / Data: Sab 27 giugno 2020 alle 14:05
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print