Dura la vita per un portiere? Sì, non puoi permetterti errori. In più, anche se magari non è colpa tua, ti tocca soffrire per ogni gol preso. Andrea Consigli lo sa bene, soprattutto da quando il suo Sassuolo è tornato a giocare dopo lo stop per la pandemia. Il portiere neroverde ha ripreso in fretta l’abitudine di raccogliere il pallone in fondo al sacco: sono già 10 i gol subiti in tre partite.

Nessun altro collega ha avuto un ritorno in campo così traumatico in Serie A (la sfida con l'Atalanta era un recupero, in 2 gare il Sassuolo ne ha incassati 6, solo il Lecce, con 8, ha fatto peggio). E sì che il suo Sassuolo è riuscito anche a portare a casa due punti, nonostante la pioggia di reti dalle parti del povero Consigli. Si sa, con De Zerbi in panchina hai sempre la speranza di fare un gol più del tuo avversario, anche se dietro diluvia. Consigli si è così trovato spesso inerme davanti al fuoco nemico, senza riparo. Forse si stava più al sicuro chiusi dentro casa che con la porta aperta...A riportarlo è La Gazzetta dello Sport.

Sezione: News / Data: Mar 30 giugno 2020 alle 15:28
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print