Sfida proibitiva per il Sassuolo ma nel calcio nulla è impossibile. I neroverdi dovranno affrontare l'Atalanta al Gewiss Stadium di Bergamo, impianto rinnovato di recente e dovranno vedersela contro una delle formazioni più forti del campionato, reduce dal 4-1 rifilato al Valencia nell'andata degli ottavi di finale di Champions League. Sfida proibitiva dicevamo ma nulla è impossibile. Il Sassuolo ha pareggiato in casa della Juventus, ha 'rischiato' di farlo anche con l'Inter in rimonta e ha battuto la Roma. Ci sarà voglia di rivalsa dopo il brutto ko dell'andata, con la Dea avanti di 4 gol dopo mezz'ora di gioco.

Tante situazioni da valutare in casa Sassuolo. Chiriches, Traoré e Tripaldelli non saranno sicuramente della partita (i primi due potrebbero tornare a disposizione nel giro di 1-2 settimane). De Zerbi, nel suo 4-2-3-1, dovrebbe schierare Toljan e Kyriakopoulos sulle corsie laterali mentre al centro della difesa, davanti al portiere Consigli, è sfida a tre per due posti: al momento Romagna e Marlon sono in leggero vantaggio su Ferrari ma le condizioni del brasiliano, rientrato da un paio di settimane da un infortunio, sono da valutare. In mezzo al campo sicuro del posto da titolare Locatelli. Qualche dubbio sul suo compagno: Obiang non è apparso al 100% contro il Parma ma contro la Dea potrebbe servire la sua fisicità: se De Zerbi dovesse optare per altre opzioni, Magnanelli, favorito su Bourabia, potrebbe tornare a giocare dal 1' minuto. In avanti sembrano esserci pochi dubbi: Berardi, DjuricicBoga alle spalle di Caputo. Defrel dovrebbe andare in panchina.

Gasperini farà sicuramente un po' di turnover dopo la sfida importantissima in Champions League contro la Valencia. Gollini tra i pali, in difesa si va verso la conferma di Palomino e Toloi con Caldara che potrebbe giocare al centro al posto di Djimsiti che ha subito un colpo nel riscaldamento di Atalanta-Valencia e potrebbe non essere al 100%. Uno dei dubbi riguarda il centrocampo, con Freuler e Pasalic che si giocano una maglia al fianco di De RoonHateboerCastagne andranno a completare il centrocampo, con Gosens che potrebbe partire dalla panchina. Il turnover potrebbe 'colpire' anche in attacco con Malinovskyi che potrebbe far rifiatare uno tra Ilicic e Gomez e con Muriel e Duvan Zapata, out col Valencia, in campo dal 1' minuto.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Palomino, Caldara, Toloi; Hateboer, De Roon, Pasalic, Castagne; Malinovskyi, Muriel; Zapata. Allenatore: Gian Piero Gasperini

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Romagna, Marlon, Kyriakopoulos; Bourabia, Locatelli; Berardi, Djuricic, Boga; Caputo. Allenatore: Roberto De Zerbi

Sezione: News / Data: Gio 20 Febbraio 2020 alle 11:29
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print