Torna il campionato, parla Andrea Consigli. Il portierone del Sassuolo parlerà in conferenza stampa quest'oggi, a partire dalle ore 14, presentando il match contro l'Inter in programma domenica prossima alle ore 12.30 presso il Mapei Stadium. L'estremo difensore risponderà alle domande dei media presenti e parlerà dalla sala stampa del Mapei Football Center. Facile immaginare che saranno due i temi principali della conferenza stampa: la sfida con l'Inter ma soprattutto la scomparsa del patron Giorgio Squinzi. Conferenza stampa che potete seguire su questa pagina, aggiornandola con il tasto F5 o con il pulsante AGGIORNA del browser, oppure in diretta streaming sulla nostra pagina Facebook ufficiale. Inizio alle ore 14. Finita sosta, riparte il campionato!

13.45 - Tra poco in diretta le parole di Andrea Consigli, portiere del Sassuolo, direttamente dalla sala conferenze del Mapei Football Center. Start previsto alle ore 14.

14.12 Inizia la conferenza stampa di Consigli.

E' passato un po' di tempo dall'ultima partita. Sono successe tante cose: come si riparte?
"E' successa una cosa che non ci si augurava. Per l'affetto che provava la squadra, soprattutto quelli che sono qui da un po' di anni, per il Dottore, avremo uno stimolo in più, conoscendo anche quanto fosse felice per le vittorie sull'Inter anche per il suo tifo, oltre che per il Sassuolo. Non giochiamo da tanto tempo, l'ultima gara è stata quella con l'Atalanta. Ci attende una partita tosta, brutta. Abbiamo lavorato tanto in queste settimane e speriamo di essere sulla strada giusta".

Ti aspettavi di essere più avanti?
"L'Atalanta è una squadra forte, con la Roma non abbiamo mai vinto. Potrebbero mancare punti a Parma ma su qualunque campo si possono fare punti. Dispiace più il modo per come sono arrivate le sconfitte, il primo tempo con la Roma, poi con l'Atalanta. E' il punto dove dobbiamo fare uno step, non possiamo fare dei primi tempi così".

Che Inter ti aspetti?
"Una squadra forte. E' più solida, vuole vincere e sa che è forte. Sarà una partita difficile. Noi abbiamo delle cose che possono dare fastidio a loro. Dobbiamo aumentare dove abbiamo delle carenze e dobbiamo spingere dove sappiamo che essere bravi".

Avete preso tanti gol sin qui.
"Abbiamo lavorato anche su questo. La fase difensiva non è solo la difesa, parte dagli attaccanti e dobbiamo essere intensi come quando costruiamo la nostra manovra, quello è uno dei punti principali per la nostra crescita".

Può essere un bene o un male affrontare l'Inter dopo la sosta?
"Non lo so. E' una squadra forte, hanno cambiato alcuni uomini con le partite ravvicinate ma hanno giocatori di qualità, metteranno in campo undici giocatori forti, come sempre è stato".

Hanno cambiato tanto: cosa ti ha sorpreso?
"Il cambio di mentalità dovuta a un allenatore come Conte. I campioni ci sono sempre stati, quest'anno sembra un blocco unico".

Affronterete l’Inter di Conte. Il tecnico utilizza il 3-5-2. Facciamo un gioco: tu sei il portiere e puoi seguire molto bene l’azione. Se tu fossi l’allenatore affronteresti questa Inter con la difesa a 3 o con la difesa a 4?
"Penso che i numeri contino poco, conta l'interpretazione. Abbiamo giocato a 3 o a 4 ma se quando non si ha la palla non si ha la cattiveria giusta si può giocare anche con 8 difensori".

L’arbitro designato per la gara è Giacomelli. Bilancio negativo per il Sassuolo con 13 sconfitte in 17 incontri, con una striscia aperta di 7 ko consecutivi. Voi fate caso a queste cose o preferite scendere in campo senza pensarci?
"Non ho mai guardato a queste cose, scopro chi è l'arbitro quando arriva la domenica".

E' tornato Paolo Bianco: cosa vi può dare?
"Lo conosco bene, sono stato compagno di squadra sia qua che a Bergamo. E' un ragazzo perbene. Quando si aggiungono persone di valore, nella squadra o nello staff, è sempre un valore aggiunto e sono felice che sia qui, ci potrà dare qualcosa con la sua esperienza".

Hai sentito Sensi o Politano?
"Li ho visti al funerale del Dottore ma non abbiamo parlato di calcio. Dispiace per Stefano che è infortunato, ci vedremo al ritorno".

Chi temi di più dell'attacco interista?
"Hanno grandi giocatori, Lukaku sposta gli equilibri. L'Inter si muove con un blocco solido, hanno gamba e hanno forza. Dovremo essere attenti a tutta la squadra".

14.20 - E' terminata la conferenza stampa.

Sezione: News / Data: Gio 17 Ottobre 2019 alle 13:29
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print