L’emozione più bella, quella del gol, Giacomo Raspadori l’aveva già provata, segnando all’Olimpico contro la Lazio. Il Sassuolo ha una decina di giovani in prestito tra A e B, il ragazzino nato con la maglia neroverde, invece, se lo è tenuto stretto, fino al primo gol casalingo contro il Genoa. L'attaccante neroverde è rimasto, ha aspettato con fiducia la sua occasione e l'ha sfruttata al massimo.

Raspadori, la Primavera, quest’anno l’ha vista soltanto dalla tribuna dopo i 15 gol dello scorso anno; destino diverso per un altro 2000, Giacomo Manzari, che De Zerbi ha lanciato in questo finale. L'ex Bari ha guidato la Primavera quest'anno, di fatto prendendo il posto da leader di Raspadori, e in queste ultime gare ha trovato spazio. A riferirlo è La Gazzetta dello Sport.

Sezione: News / Data: Ven 31 luglio 2020 alle 13:43
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print