Scherzosamente, ma non troppo, nel nostro editoriale, abbiamo parlato di capolista con la maglia bianca ieri a San Siro. Il Sassuolo ha condotto il match, con un possesso palla del 70% (un dato record incredibile, per intenderci di solito i neroverdi, che hanno il dato migliore di tutta la Serie A sul possesso palla hanno una media del 60%, quindi ieri sono andati oltre la media). Merito del Sassuolo, scelta strategica anche dell'Inter che si è abbassata per poi partire in contropiede.

L’Inter ha chiuso l'incontro con il Sassuolo con un possesso palla del 30%, il valore più basso per i nerazzurri in una gara di Serie A da quando Opta raccoglie questo dato (dal 2004/05): 30%. Maxime Lopez, addirittura, ha toccato la bellezza di 169 palloni (altro dato record), per intenderci con la Roma era arrivato a toccare 131 palloni con 52 passaggi riusciti sulla trequarti. Al secondo posto Marlon con 134 passaggi, al terzo Chiriches con 122, poi Rogerio con 91 e Obiang con 87. In totale l'Inter ha completato 313 passaggi, il Sassuolo 802: l'accuratezza dei passaggi, secondo i dati della Lega, ha sfiorato il 95% tra i neroverdi, l'87% tra i nerazzurri. Di questi 276 sono avvenuti nella trequarti avversaria, contro i 60 dell'Inter. Ben 14 sono stati i tiri, a dispetto degli 8 della capolista guidata da Antonio Conte con 8 corner a 1 per i neroverdi.

Grande protagonista del match anche Hamed Junior Traore: è stato lui a creare più occasioni da gol tra i neroverdi con Djuricic (giocatore più falloso del match con 4 falli commessi) che ha trovato un passaggio chiave. Jeremie Boga è stato il re del dribbling, anche se la sua prestazione non è stata entusiasmante: 4 i dribbling del giocatore ivoriano, 2 in più di Hakimi, Lautaro e Sensi. Due i giocatori che hanno percorso più km: Barella (12,381) e Djuricic (12,13).

Sezione: News / Data: Gio 08 aprile 2021 alle 20:34
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print