Torna Mimmo Berardi e va in panchina. Ecco la sorpresa nel Sassuolo anti-Cagliari. "Ci sarà, non so se lo utilizzerò per una parte di gara o meno. Voglio parlarne anche con lui", annuncia De Zerbi, che in panchina porta pure Ferrari mentre Rogerio è stato mandato con la Primavera. In porta c è Turati, il paratutto di Torino: "Giocherà lui, ma dobbiamo andare coi piedi per terra poiché è un ragazzino del 2001 e deve stare tranquillo. Voglio che sia sereno, può sbagliare e non deve sentire la pressione che gli è stata messa addosso. E' importante abituarsi a queste pressioni senza che diventino un problema più grande di quello che sono". Dare seguito allo sfruttamento con la Juve, dimenticando la disavventura col Perugia in Coppa Italia e affrontando senza paura i sardi rivelazione: sa cosa vuole il tecnico per mettere sostanza vitale nella classifica neroverde. "Hanno un'ottima posizione e tanto entusiasmo, ma noi vogliamo fare punti con prestazioni buone. Sappiamo che sarà una gara difficile, perché loro lo sporcano, pressano e sono bravi nel gioco aereo. Non sarà come a Torino".

Come mettere in difficoltà il Cagliari? "Sono bravi nei cross e vanno in tanti ad attaccare la porta. Hanno gente forte e con esperienza. Chiedo concentrazione ai miei che hanno qualità importanti". Il Sassuolo ha segnato 4 gol con i centrocampisti a differenza dei 19 del pacchetto cagliaritano. "Traoré e Djuricic possono farne qualcuno in più - osserva De Zerbi -, gli attaccanti però hanno segnato tanto". L'allenatore bresciano si gode Locatelli in crescita ("Se gioca come all'Allianz è di livello assoluto") ed elegge Kyriakopoulos vera sorpresa ("Ha stupito tutti, probabilmente anche se stesso"). A riferirlo è il Corriere dello Sport.

Sezione: News / Data: Dom 8 Dicembre 2019 alle 12:22
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print