Mister De Zerbi fa chiarezza, su 'assist' di SassuoloNews.net, dopo la piccola 'polemica' con i tifosi della tribuna al termine della sfida contro il Torino. Il tecnico contro il Napoli aveva detto che tutto l’ambiente doveva crescere perché qui non c’è pressione e non bisogna accontentarsi. Contro il Torino, con la squadra che rischiava la quarta sconfitta consecutiva, alcuni spettatori della tribuna, al termine del primo tempo, hanno fischiato e il mister a fine partita si è preso una lecita ‘rivincita’. Il tecnico torna sulla questione e motiva così la sua reazione e le sue parole: "Contro il Napoli parlavo dell'ambiente interno, di alzare l'asticella. In quella situazione non c'entrava il pubblico. La seconda cosa di domenica non l'ho ritenuta giusta ma non è detto che io dica la verità a priori. Dico che conosco meglio del pubblico chi alleno".

Prosegue mister De Zerbi: "Tra primo e secondo tempo col Napoli ho ribaltato lo spogliatoio e vincevamo 1-0, col Toro ho cercato di dare fiducia e forza alla squadra, perché venendo da tre sconfitte di fila avevamo perso qualche certezza e penso che in quel frangente era più opportuno stare vicino alla squadra, così come col Napoli in quella situazione dove ci veniva tutto, eravamo belli, ci serviva un po' di richiamo per chiudere la partita, per non specchiarci quando non serve specchiarci. Io sono stato tifoso, mi piacerebbe che nei momenti di difficoltà ci sia un aiuto di più. Non me l'aspetto perché sono stato anche in altre piazze dove non c'era l'aiuto. Penso che tanti tifosi ci stavano vicino, altri no e io dico quello che penso, con rispetto, senza a domanda far finta di niente, perché era una cosa che mi è stata chiesa, e mi aveva dato fastidio questa cosa".

Sezione: News / Data: Sab 25 gennaio 2020 alle 17:43
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print