Roberto Mancini, commissario tecnico della Nazionale che ieri era al Mapei Stadium per assistere a Sassuolo-Torino, dalle colonne della Gazzetta dello Sport ha analizzato il futuro di uno dei neroverdi più promettenti: "Locatelli è cresciuto molto nel Sassuolo, può diventare importante anche per noi dopo l' Europeo". Parole che faranno sicuramente piacere all'ex centrocampista del Milan.

Sacchi, che ha analizzato insieme all'attuale c.t., i giovani, è più severo: "Ci ha messo due anni a recuperare la modestia dopo quei gol all'esordio nel Milan. Non lo vedo ancora aggressivo, come invece è Berardi".
Mancini: "Con i mezzi che ha Berardi, oggi dovrebbe essere una stella del calcio italiano".

Come Balotelli, no?
Mancini: "Lo faccio seguire tutte le domeniche. Ma Mario avrebbe dovuto segnare un gol a partita e correre sempre come un matto. Kean? Speriamo che Ancelotti gli dia una mano. Per diventare importante deve fare di più".

Sezione: Non solo Sasol / Data: Dom 19 gennaio 2020 alle 13:22
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print