C'è la sosta e c'è spazio per le analisi e gli approfondimenti. Consueto focus de La Gazzetta dello Sport sugli stipendi dei giocatori della nostra Serie A e chiaramente, focus anche sugli stipendi del Sassuolo. I neroverdi spenderanno 35 milioni di euro netti, lo scorso anno invece sono arrivati a spendere circa 30 milioni di euro, dunque c'è stato un netto aumento delle spese, circa 5 milioni di euro in più. Il più pagato rimane Domenico Berardi con circa 1 milione di euro a stagione: il tetto massimo è quello ormai da un paio d'anni a questa parte e da lì non ci si muove. Insieme al numero 25 il nuovo arrivato Vlad Chiriches, che ha firmato un quadriennale, e il portiere Andrea Consigli, ormai storico neroverde.

Si avvicina alla soglia del milione di euro Gregoire Defrel. L'attaccante ha rifiutato la Sampdoria e il Cagliari e ha detto sì a un quinquennale da circa 900mila euro (è il quarto giocatore più pagato). Circa cinquantamila euro in meno per un altro nuovo acquisto, Pedro Obiang: l'ex Sampdoria e West Ham avrà uno stipendio da circa 850mila euro in neroverde. Ottocentomila euro invece lo stipendio del bomber Ciccio Caputo, arrivato in estate dall'Empoli. Dunque quattro nuovi acquisti nei primi 6 posti. A seguire, con 700mila euro il terzino sinistro Rogerio, acquistato quest'anno a titolo definitivo dalla Juve, l'altro terzino Jeremy Toljan, i centrocampisti Duncan, Locatelli, Djuricic e capitan Magnanelli.

Circa 100mila euro in meno, quindi stipendio da 600mila euro netti a stagione per Gian Marco Ferrari, Marlon, Federico Peluso e Medhi Bourabia. Mezzo milione a stagione per i classe 2000 Giacomo Raspadori e Hamed Junior Traorè, per l'esperto portiere Pegolo e per il rientrante Luca Mazzitelli. Romagna, Muldur e Boga si attestano attorno ai 400mila euro. Tripaldelli e l'altro laterale Kyriakopoulos guadagnano circa250 mila euro a testa. Fanalino di coda il terzo portiere Alessandro Russo, classe 2001, che guadagna all'incirca 150mila euro.

Il Sassuolo ha il 14° monte ingaggi del campionato. Curiosamente, l'Atalanta, quarta forza dello scorso campionato, investe 1 milione di euro in più: il monte ingaggi della Dea si attesta attorno ai 36 milioni di euro, così come quello della Sampdoria. Al decimo posto il Bologna con 41 milioni, il Cagliari è al 9° posto con 44 milioni, la Fiorentina all'8° con 50 milioni. Quaranta milioni di spese invece per il Genoa. Lecce (32), Parma (31). SPAL e Udinese (30), Brescia (28), Verona (25). Comanda la graduatoria la Juventus con 294 milioni di euro! Il secondo posto? E' dell'Inter con 139 milioni.

Sezione: News / Data: Mar 10 Settembre 2019 alle 09:00
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print