Pareggio per 1-1 tra Sassuolo e Bologna. Manuel Locatelli, centrocampista neroverde, ha commentato ai microfoni di DAZN, il pari di oggi del Mapei Stadium: "Dovevo far gol oggi, l'ho presa male. Dovevamo vincere perché loro erano in 10, si era messa bene per noi, abbiamo avuto occasioni importanti e dovevamo far gol".

Fate fatica a concretizzare le occasioni create.
"Stiamo salendo di condizione, stiamo bene, ma dobbiamo essere più cattivi sotto porta, ci dobbiamo allenare, lo sappiamo, speriamo di migliorare al più presto e di fare più gol".

De Zerbi ha detto che parlate poco in campo.
"Siamo tanti ragazzi giovani e qualcuno magari non parla. Io penso di aiutare la squadra, posso far di più ma cerco di aiutarla. Dobbiamo prenderci più responsabilità".

Nazionale?
"La Nazionale è stato un passo molto importante per me. Devo continuare così, devo spingere di più. So che l'Europeo passa dal Sassuolo e devo continuare a dare il massimo per questa maglia, poi vederemo cosa succederà".

Cosa è cambiato dai tempi del Milan?
"Non ero maturo, ero molto giovane, ho avuto tutto subito. Ero un po' presuntuoso, pensavo venisse tutto facile. Ora ho capito l'importanza di allenarmi sempre al massimo, seguo il mister ogni giorno e cerco di non sbagliare mai un allenamento".

Mihajlovic?
"Non ho esordito con lui, ci sono andato vicino. E' un grande allenatore, una grande persona, si merita il meglio".

Sezione: News / Data: Sab 20 febbraio 2021 alle 23:33
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print