Ennesimo atto d'amore da parte della famiglia Squinzi e del gruppo Mapei per il Sassuolo. Jeremie Boga è solo del Sassuolo. Sì, l'ivoriano era già di proprietà del Sassuolo ma sulla sua testa incombeva la 'recompra' da parte del Chelsea che avrebbe potuto riportare il giocatore a Stamford Bridge per 15 milioni di euro. La recompra in realtà non prevedeva un accordo scritto, nessun contratto, ma un'intesa sulla parola, ora modificata e rimandata (il Chelsea avrà priorità, se lo vorrà, in caso di cessione e ha garantita anche una percentuale sulla futura rivendita). Il Sassuolo ha versato 10 milioni di euro per acquistare del tutto Boga, dopo i 3 più 2 versati due anni fa. Un investimento da 15 milioni e un'altra grande plusvalenza nelle mani dei neroverdi. Ma non da subito.

L'intenzione è quella di trattenere Boga per almeno un altro anno, per permettere al giocatore di chiudere il ciclo dopo 3 anni in Emilia e per consentire al Sassuolo di puntare sulla sua stella per un'annata, si spera, esaltante. L'obiettivo è chiaro: l'Europa. La conferma del gruppo (ci sarà però una cessione importante, vedremo quale giocatore partirà) è una delle 'condizioni' dettate da mister De Zerbi per restare a Sassuolo. Il tecnico, in scadenza di contratto, ha lanciato segnali positivi per la permanenza in neroverde ma, naturalmente, dopo 2 anni vuole iniziare a raccogliere il frutto del suo lavoro. E la conferma di Jeremie Boga (che potrebbe anche essere ceduto a una big ma con la promessa di trattenerlo in prestito per un anno) è solo il primo passo per la costruzione di un progetto ambizioso. Il prossimo passo sarà il rinnovo di mister De Zerbi.

LEGGI ANCHE: Boga, numeri in crescita. Un'annata super tra dribbling, gol e le bacchettate di De Zerbi

Sezione: Editoriali / Data: Gio 28 maggio 2020 alle 18:30
Autore: Antonio Parrotto / Twitter: @AntonioParr8
Vedi letture
Print