Facciamo chiarezza sugli episodi da moviola di Inter-Sassuolo. Tante discussioni. Ecco il giudizio dell'ex arbitro Marelli sul suo canale Youtube: "Giusta l'ammonizione a Consigli in avvio, giusto non dare rigore sul tocco di Marlon in area. Episodio Barella-Rogerio: non c'è il movimento volontario di Rogerio nell'andare a cercare il pallone, la sensazione è che il tocco di braccio sia totalmente casuale e che la posizione delle braccia sia naturale, non è calcio di rigore. Il Var non interviene perché non è un evidente errore, si tratta di opinioni divergenti, se chiediamo a 100 persone per 50 è rigore e per altre 50 no, per me è stato corretto il non intervento. L'anno scorso c'era più severità sui tocchi di mano, quest'anno ci sono meno interventi del Var e meno rigori fischiati. Sul contatto Djuricic-Skriniar: c'è un contattino piede sinistro su piede sinistro, è un contattino che avrebbe portato a un rigorino. C'è un contattino casuale, non è mai un calcio di rigore, questi episodi non sono mai calci di rigore. Basti pensare a Milan-Napoli, non ci doveva essere on field review, come in questa circostanza".

LEGGI ANCHE: Inter-Sassuolo: chi era la capolista? Irrati è scarso! Conte, ma che partita hai visto?

Ecco le sue parole sul contatto De Vrij-Raspadori: "Su questo episodio è giusto che ci siano opinioni differenti. Il fermo immagine restituisce una trattenuta da calcio di rigore. Irrati ha visto la trattenuta e l'ha giudicata nei limiti del regolamento e indica subito che non c'è nulla di punibile. Si può essere o meno d'accordo. E' un episodio molto simile anche se dinamicamente differente in Benevento-Juve, la trattenuta su De Ligt. In quel caso dissi che se l'arbitro avesse fischiato in campo 'ce ne saremmo fatta una ragione' perché la trattenuta c'è, l'entità è nel giudizio soggettivo dell'arbitro e il Var in questi casi non interviene mai perché la trattenuta c'è ma l'intensità è discutibile, è un fallo sciocco di De Vrij perché Raspadori non avrebbe mai calciato in porta, il tutto viene accentuato dal gol sul ribaltamento di fronte. Se Irrati avesse fischiato non avrebbe sbagliato, non posso affermare che assegnare questo rigore sarebbe stato un errore ma non mi scandalizza che non sia stato fischiato. Si allunga la maglia, ci sta non fischiare anche se capisco la posizione più intransigente di chi avrebbe voluto vedere un rigore per il Sassuolo, che ci sta, ma il Var non avrebbe potuto intervenire. E' una valutazione soggettiva dell'arbitro che ha visto, era in controllo dell'azione".

Infine: "Sul tocco di mani di Darmian nel finale dopo una deviazione di Skriniar, vale lo stesso concetto di Marlon: la carambola fa arrivare il pallone sul braccio di Darmian, si tratta di un tocco di mano non punibile".

Marelli
Sezione: Non solo Sasol / Data: Gio 08 aprile 2021 alle 15:57
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print