Di proprietà del Sassuolo nelle cui giovanili è cresciuto, nativo di Roccella Jonica, lo scorso anno 32 presenze e cinque gol nella Vigor Carpineto (Serie D piacentina), Alessandro Carrozza, 19 anni, è arrivato all'Fc Messina con la formula del prestito, perché il Sassuolo crede nelle potenzialità del ragazzo. Ecco le sue parole alla Gazzetta del Sud.

A te si erano interessati anche club di Lega Pro, cosa ti ha spinto ad accettare la proposta dell'Fc Messina?
"Messina è una città importante con una storia calcistica prestigiosa, mi stimolava e quindi sono felicissimo di avere accettato questa destinazione".

Calabrese di nascita cresciuto calcisticamente in un club prestigioso come il Sassuolo, ti appresti a giocare in un girone insidioso come quello meridionale.
"E' stato uno dei motivi che mi hanno spinto a scegliere Messina, affrontare una sfida nuova e stimolante in un girone che annovera club prestigiosi. Non ho avuto alcuna esitazione".

Si preannuncia un campionato particolarmente impegnativo per la presenza di squadre titolate come Palermo, Savoia, Acr Messina...
"Sicuramente, piazze importanti che puntano alla vittoria del campionato, ma sarà il campo poi a stabilire le gerarchie, penso che l'obiettivo di tutti è quello di fare bene".

Esterno d' attacco, brevilineo, con ottime capacità nell' uno contro uno, nel 4-3-3 di mister Costantino come pensi di battere la concorrenza?
"La concorrenza è normale, il mio compito è quello di lavorare giorno per giorno, il resto verrà da se qualora il mister richiedesse la mia presenza".

Cosa ti aspetti da questa stagione?
"So che sarà dura ma spero di far bene per la squadra, dal punto di vista personale mi auguro di potermi togliere qualche soddisfazione disputando un buon campionato".

Sezione: Non solo Sasol / Data: Dom 11 Agosto 2019 alle 19:36
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print