Conferenza stampa di fine partita per mister Roberto De Zerbi. Il tecnico del Sassuolo ha parlato dalla sala stampa del Mapei Stadium di Reggio Emilia al triplice fischio finale di Sassuolo-SPAL di Coppa Italia. Ecco le sue dichiarazioni: "L'idea sull'espulsione è la stessa da quando hanno iniziato a giudicare queste espulsioni, cioè che se parliamo di fallo, quello che sembra, quello che si vede, è da espulsione, però se si ha giocato a calcio e si capisce la dinamica del calcio, spostar la palla di 10 centimetri diventa un fallo cattivo ma non è assolutamente così, se lo vedi da questo punto di vista allora non sono espulsioni, ma non la nostra, anche altre espulsioni di altre squadre".

Prima del rosso c'era stato un bel primo tempo. E' mancato qualcosa in fase realizzativa?
"Siamo arrivati a questa partita purtroppo molto molto rimaneggiati. Mancava Berardi per infortunio, Locatelli lo stesso e non sappiamo se riusciamo a recuperarlo. Boga ha accusato un dolore muscolare e l'ho sostituito non per scelta. Toljan e Chiriches out. Defrel e Magnanelli avessero giocato oggi su questo campo, purtroppo indecente, avremmo rischiato di perderli setiamente per la partita di domenica perché hanno qualche problema pure loro. In 11 contro 11 credo che il Sassuolo meritasse il vantaggio, in 10 contro 11 vuoi perché la SPAL è una signora squadra vuoi perché qualcuno non è ancora al 100% abbiamo sofferto più del dovuto. La partita con la Juve in 10 è stata fatta in altro modo, con altra voglia di non subire gol".

Sassuolo-Parma?
"Non so perché l'atteggiamento fino all'espulsione è stato giusto e tanti l'hanno avuto dopo l'espulsione. Squadra al completo non abbiamo bisogno niente ma oggi i problemi stanno diventando tanti i problemi e bisogna pensare a qualcosa, io l'ho detto alla società e penserà a cosa fare. Quando ne hai parecchi fuori perché sono a rischio, poi tutto diventa complicato".

Problemi nella stagione del Covid.
"Noi stiamo pagando i campi, sia del nostro centro sportivo che sono impraticabili e ci stiamo allenando sul sintentico, e sia dello stadio. Poi le partite infrasettimanali con queste temperature determinano qualche infortunio maggiore, ma ora stiamo pagando in maniera pesante sia il terreno del centro sportivo che dello stadio. E' difficile giocare, ne va delle qualità del gioco, e anche per i possibili infortuni. Oggi Defrel non l'ho messo per il campo. Ha fatto 70 minuti a Torino, ha un problema al tendine d'Achille, e la partita col Parma è a poche ore dalla gara con la SPAL".

Oddei e Raspadori?
"Stiamo dando spazio a Oddei perché se lo merita, è un giocatore forte. Spero che sia sempre più incosciente, nel senso buono, più sicuro di sé. Gioca perché è forte, perché io, lo staff e la società lo vediamo bene. Se possiamo attingere dal nostro settore giovanile, che è la nostra famiglia, lo facciamo volentieri, frutto del lavoro di squadra, vuol dire che quelli che lavorano nel Sassuolo lavorano bene, facendo risultati".

LA NOVITÀ: ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUL SASSUOLO SUL TUO TELEFONO (È GRATIS)

De Zerbi
Sezione: News / Data: Ven 15 gennaio 2021 alle 09:26
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print