Nel Sassuolo Primavera terzo in classifica brillano diverse stelline. Abbiamo elogiato, fra gli altri, il 2005 Kevin Bruno, uno degli autentici trascinatori della giovane formazione di mister Bigica. Con lui, in attacco, sta crescendo anche Flavio Russo, attaccante classe 2004 che ha preso il posto di Luigi Samele, ceduto in prestito alla Carrarese (proprio domenica scorsa in gol con la sua nuova squadra), arrivando in neroverde ad aprile del 2004, insieme a Luca Moro, dopo il fallimento del Catania. Il Sasol ha puntato sui due attaccanti degli etnei (Moro era di proprietà del Padova), ingaggiando anche la punta della Primavera rossoazzurra.

SCELTI DA SASSUOLONEWS:

Nazionali Sassuolo, 4 giovani convocati: c'è anche l'albanese Enriko Deri

Luca Reggiani e Giorgio Vezzosi, il futuro del Sassuolo protagonista in Nazionale

Ryan Flamingo cambia ruolo ma non perde il vizietto. E il Sassuolo gode

La carriera di Russo lo ha già portato dal Catania a Foggia e Cosenza e ritorno. Ha debuttato con l'U17 a 15 anni. Da quest'anno in Primavera e a disposizione dei neroverdi, Flavio Russo ha fatto immediatamente breccia nel cuore di mister Bigica che lo ha inserito sin da subito da titolare, che si giochi con il 4-2-3-1 o con il 4-3-3 o con il 4-3-1-2, l'ex Catania è stato sempre il riferimento avanzato dei neroverdi. Freddo sotto porta e dotato di buona tecnica, Russo è abile anche nei movimenti incontro, a legare il gioco e i reparti, dunque, è bravo a giocare anche spalle alla porta. Ha dunque buoni piedi ed equilibrio, che lo rendono un attaccante ideale per il supporto alla squadra e per il collegamento tra i reparti.

Undici presenze, 6 gol e 2 assist in questa stagione per lui, anche un errore pesante dal dischetto che è costato la vittoria contro il Cesena (match poi terminato sullo 0-0) ma Russo si è ripreso immediatamente da quell'errore, segnando poi all'Udinese. Gol decisivi e importanti, anche belli, che disegnano un profilo molto interessante per il presente ma soprattutto per il futuro perché, se lo sguardo di Russo adesso è concentrato solo sui Neroverdini e sui playoff da raggiungere insieme ai suoi compagni della Primavera, il grande sogno rimane quello di emulare Luca D'Andrea, classe 2004, da quest'anno nel pieno giro della prima squadra. E viste le premesse, per Flavio Russo sognare (e segnare) si può.

Sezione: Settore Giovanile / Data: Lun 07 novembre 2022 alle 16:34
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
vedi letture
Print