Oggi è andata in scena la votazione in Lega per approvare o meno la riforma degli orari con 10 partite della Serie A in 10 orari diversi. Secondo La Repubblica, è andata in scena un'Assemblea di Lega piuttosto agitata e movimentata. Inizialmente la proposta in questione è stata prima approvata con 13 voti su 19 (la Salernitana, ancora in attesa della cessione da parte di Lotito, non è stata invitata). Tredici voti favorevoli (ne sarebbero serviti 14, se la Salernitana avesse potuto partecipare) con 6 contrari, ossia Genoa, Samp, Roma, Bologna, Sassuolo e Spezia, avevano approvato la nuova distribuzione.

LEGGI ANCHE: Bellinazzo: "Serie A spezzatino? Lo si fa per audience e ricavi più alti"

Poi però la sorpresa: la proposta è stata revocata in seguito alle forti pressioni esercitate in particolare dal presidente della Sampodoria, Massimo Ferrero, e da quello del Genoa, Enrico Preziosi. Nemmeno dopo 20 minuti dall’approvazione, si è deciso per la retromarcia: “Votiamo una revoca”. Nuovo voto allora, e sì alla revoca, con voti contrari soltanto di Juventus, Napoli e Lazio. La proposta verrà discussa nuovamente tra una settimana.

Sezione: Non solo Sasol / Data: Lun 07 giugno 2021 alle 14:52
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print