Inchiesta di Report su Rai 3 sul cambio di procura di Gianluca Scamacca e Dejan Kulusevski, entrambi passati sotto la procura di Alessandro Lucci, finito sotto la lente d'ingrandimento per dei presunti metodi illeciti di 'reclutamento'. Lucci avrebbe sfruttato alcuni suoi assistiti più importanti, come ad esempio Bonucci o De Rossi, per fare pressioni sui giocatori. Ai microfoni della trasmissione ha parlato Paolo Paloni, ex agente dello stesso Scamacca: “Ci sta che tu vai da un giocatore e gli dici vuoi farti una chiacchierata, ma non che tu metti in mezzo altri giocatori. È una cosa marcia. Lucci ha De Rossi in nazionale”.

LEGGI ANCHE: “Su Scamacca abbiamo già deciso”: l’annuncio di Carnevali

Daniele De Rossi ha smentito le voci secondo cui avrebbe fatto pressioni su Gianluca Scamacca per passare nella scuderia di Alessandro Lucci: “Che vi devo dire, non ci ho mai parlato in vita mia, non ho il numero, non mi è mai chiesto di farlo. Se trovate una qualche conversazione con Scamacca io vi dico tutto quello che vi pare. Non è la prima voce, un’altra volta mi ha chiamato un procuratore, stessa dinamica, ma è un giocatore che non ho mai visto in vita mia. Vi sembra che sia in atto una guerra tra procuratori? Assolutamente, me ne sono accorto e non prendo le parti di nessuno”.

Intervistato lo stesso Alessandro Lucci che ha negato così le accuse: “Un calciatore ha il sacrosanto diritto di confrontarsi con un altro calciatore, perché lo spogliatoio è come se fosse un Grande Fratello. Se Kulusevski decide di cambiare agente ci sta che si confronti con un altro. Bisognerebbe parlare di quelli che danno i soldini per comprare le procure. Questa voce c'è anche su di me? Che pago le procure? Io dieci anni fa sarei rimasto male per queste cose, capito che ti voglio dire? Veramente sarei rimasto male. Oggi ti dico: vale la qualunque".

Sezione: Non solo Sasol / Data: Mar 08 giugno 2021 alle 13:39
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print