Emiliano Bigica, allenatore del Sassuolo Primavera, ha parlato al termine della partita giocata al Ricci contro la Juventus Primavera. Ecco le sue dichiarazioni: "È stata un'annata particolare perché noi contro le squadre di alta classifica abbiamo sempre giocato benissimo, sempre alla pari se non meglio. Penso che oggi meritavamo di vincere la partita ma sul pareggio della Juve c'era fallo su Abubakar e non è stato fischiato, ci sono stati degli episodi ma non voglio nemmeno stare troppo a parlare di queste situazioni. Ero curioso di vedere le motivazioni che avremmo trovato perché noi non avevamo nulla da perdere, la Juve aveva qualcosa da lottare, e noi abbiamo fatto una grande partita. Dispiace perché avrei preferito fare questa partita con 4-5 punti in più che meritavamo di avere per quanto fatto vedere durante l'anno".

LEGGI ANCHE: Sassuolo Juventus Primavera 2-2 FINALE: meglio i neroverdi ai punti

Ha messo in campo due 2005 nel finale, Leone e Bruno...
"Sono due prodotti importantissimi del nostro vivaio. Leone aveva già trovato spazio, Bruno è un Nazionale che mi ha sorpreso positivamente, è un giocatore che può trovare spazio nella Primavera già dall'anno prossimo".

Cosa è mancato quest'anno per lo step in più da fare?
"Ci è mancata la crescita mentale di cui mi avete sempre sentito parlare, cosa che il gruppo dell'anno scorso aveva già di suo, quest'anno siamo stati sulle montagne russe, con situazioni che ti hanno compromesso dei risultati, soprattutto in 3-4 partite dove se fossero finite al 90' avremmo avuto 4-5 punti in più e significa giocarsi i playoff. E magari la partita di oggi la vinci".

E l'anno prossimo ha già in mente cosa fare?
"Vediamo. Abbiamo l'ultima partita con l'Atalanta e poi mi siederò con il mio capo, Francesco Palmieri, e discuterò del mio futuro. Come si suol dire però non c'è due senza tre".

Sezione: Settore Giovanile / Data: Sab 07 maggio 2022 alle 16:02
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
vedi letture
Print