Henrikh Mkhitaryan pronto a prendersi la scena. Il suo arrivo a Roma è previsto tra lunedì sera e martedì mattina, poi avverrà tutto velocemente: primo allenamento con i nuovi compagni martedì stesso, presentazione ufficiale alla stampa non ancora fissata, ma probabile tra martedì e mercoledì. E poi si tratterà di convincere Fonseca ad accelerare i tempi dell'esordio: domenica 15 arriverà all' Olimpico il Sassuolo e per Mkhitaryan il sentiero che porta al campo non sembra strettissimo. Con Perotti fuori, Ünder ko e Kluivert non ancora del tutto convincente, Fonseca potrebbe avere non solo la facoltà, ma addirittura la necessità di fare ricorso all'ex Arsenal. A destra o a sinistra si vedrà: lui è un destro che usa con naturalezza anche il mancino, potrebbe non avere grandi problemi di adattamento.

Prima di Roma-Sassuolo, lo attendono cinque sedute di allenamento. Benché abbia sulle spalle montagne di esperienza e tante stagioni di calcio di prima fascia, avrà bisogno di un corso intensivo dal punto di vista tattico, tenuto conto del lavoro particolare che Fonseca chiede ai suoi esterni d'attacco: quasi mezzali in fase offensiva, tornanti a protezione del proprio terzino in fase difensiva. Quanto alla condizione atletica, lui stesso ha tenuto a rassicurare indirettamente il suo tecnico, durante la conferenza stampa pre Armenia-Italia: "Sono pronto al 100%. Non ho giocato tutte le partite di Premier per novanta minuti, ma mi sono allenato molto bene e ho fatto anche più del necessario". Che non fosse un vuoto proclama lo si è capito durante il match.

Sezione: Non solo Sasol / Data: Sab 7 Settembre 2019 alle 20:16
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print