Ivan Juric, allenatore dell'Hellas Verona, ha parlato a Sky Sport dopo la vittoria sulla SPAL. I gialloblù si giocano l'ottavo posto con i neroverdi ma il Sassuolo, anche con un pareggio all'ultima contro l'Udinese, chiuderebbe all'ottavo posto. Intanto il tecnico del Verona ha parlato così della sfida a distanza con il Sasol.

Testa a testa con il Sassuolo per essere la migliore delle non grandi?
"Arrivare davanti al Sassuolo sarebbe lo scudetto delle più povere - riporta Tmw - Vogliamo arrivare il più in alto possibile, da oggi siamo sicuri di arrivare nella parte sinistra della classifica. La situazione del Genoa è complicata, ma noi pensiamo solo a fare una grande prestazione".

Avete valorizzato giocatori come Amrabat, Kumbulla e Rrahmani. Ha già individuato già i possibili sostituti?
"Ci stiamo già lavorando, ci siamo rinforzati nello scouting. Ripartiremo da zero, resteranno in pochi ma vogliamo che la nostra idea di calcio vada avanti. Speriamo di ripeterci anche se sarà difficile, Amrabat, Rrahmani e Kumbulla sono molto forti".

Se lo aspettava di poter vincere lo scudetto dei poveri?
"No, assolutamente. Eravamo in difficoltà in tutto, a livello sportivo e di organizzazione. Poi il presidente e il ds hanno fatto grandi cose. Ci siamo rinforzati sotto tutti gli aspetti e siamo arrivati su un altro livello. Pensavo che se ci fossimo salvati sarebbe stata tanta roba".

Sezione: Non solo Sasol / Data: Gio 30 luglio 2020 alle 10:02
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print